Partita

Eder regala un sorriso all’Inter, bene Pinamonti

inter-sparta-2-1L’Inter saluta l’Europa League con la vittoria per 2-1 sullo Sparta Praga, Eder porta in vantaggio due volte l’Inter, in mezzo il momentaneo pareggio di Maracek. Questo ovviamente non è bastato, perchè i nerazzurri erano già eliminati e chiudono ingloriosamente all’ultimo posto del girone, come sottolineato da un netto striscione della curva nord, rimasta fuori dallo stadio per contestazione. Lo Sparta Praga ha giocato in maniera fin troppo rilassata, già qualificato, lui sì, ai sedicesimi ed il valore di questa vittoria è difficile qualificarlo, ma ci sono state parecchie note positive: il ritorno in campo dopo più di un anno in una gara ufficiale per Andreolli, capitano della serata e tra i più positivi e propositivi, rigore procurato agli avversari a parte, ma neutralizzato dalla grande parata di Carrizo sull’1-1. Poi Pinamonti, il giovane classe ’99 ha servito un assist d’autore per Eder e non ha sbagliato quasi nulla, giocando sempre per la squadra. Bene anche il 3-4-2-1 sperimentato, la squadra è stata ordinata, compatta, sfilacciandosi solo nella fase centrale del secondo tempo, o meglio a partire dal 53′ quando lo Sparta ha pareggiato e ha spinto sull’acceleratore per qualche minuto. Il gol vittoria di Eder è arrivato all’ultimo minuto, quando ormai il pareggio sembrava certo, l’italo-brasiliano è stato bravissimo ad anticipare l’intervento del difensore piantando la gamba e difendendo il pallone con il corpo, e lestissimo a girarsi per il tiro vincente. Ha esordito anche Bakayoko. Ora si torna in campo domenica sera contro il Genoa, ancora a San Siro.

 

INTER-SPARTA PRAGA 2-1 (1-0)

I MARCATORI: Eder (IN) 23′ e 90′, Maracek (SP) 53′

INTER (3-4-2-1): Carrizo; Murillo, Andreolli, Ranocchia; Miangue, Ansaldi, Melo, Biabiany; Eder, Palacio (dal 46′ Perisic); Pinamonti (dal 79′ Bakayoko).
Panchina: Berni, Santon, Nagatomo, Zonta, Yao.
Allenatore: Pioli.

SPARTA PRAGA (4-2-3-1): Koubek; Karavaev, Mazuch, Mic. Kadlec, Costa; Holek, Maracek; Julis (dall’89’ Julis), Dockal, Cermak (dal 78′ Sacek); Lafata (dal 73′ Pulkrab).
Panchina: Miller, Havelka, Mil. Kadlec.
Allenatore: Svoboda.

ARBITRO: Vertenten

ASSISTENTI: Vanyzere – Nilssen.

ASSISTENTI ADDIZIONALI: Lambrechts – Smet

AMMONITI: Ranocchia.

Tags: