Se per qualcuno Mazzarri è come Ferguson

chaplin dittatoreI più attenti osservatori delle cose di casa Inter avranno notato che nelle ultime conferenze Mazzarri ha citato più di una volta Sir Alex Ferguson. State già pensando a qualcosa di inquietante? Fate bene, perchè l’uomo ha ormai rotto gli ormeggi con la realtà e tramite il suo portavoce sul Corriere della Sera si fa dire: “Se Icardi avesse voglia di documentarsi, potrebbe chiedere informazioni su quello che è successo a Wayne Rooney, nelle sue prime stagioni al Manchester United, quando Alex Ferguson l’ha trasformato in un giocatore completo: all’inizio giocava da solo, un po’ come fa ancora adesso Icardi; poi, con allenamenti mirati, sfruttando la sua grande resistenza e aggressività agonistica, è diventato un attaccante totale, pronto a rientrare a centrocampo e in difesa, per aiutare la squadra”. Sì, avete capito bene, il parallelo Rooney-Icardi è solo un mezzo per fare un parallelo Ferguson-Mazzarri. Chiamate uno bravo, uno specialista. Ma se Mazzarri si vede come il Ferguson dell’Inter, ci ha già pensato Thohir a gelarlo, chiarendo che: “Non amo le squadre che cambiano tecnico ogni anno, ma non voglio neppure avere un allenatore che sia più grande del club, alla Ferguson per intenderci..”. 

5 thoughts on “Se per qualcuno Mazzarri è come Ferguson

  1. cCome non sono paragonabili Mazzarri e Ferguson non lo sono neanche icardi e rooney… penso che mazzarri (incredibile) abbia ragione su questo.. certo, quando a icardi gli metti la palla sul piede finisce anche in porta ma non puoi giocare solo cosi.. devi fare di piu, o alla lunga il grande club ti saluta, come succede a chi gioca cosi, tipo Pazzini.. Gilardino..

  2. Le prime cose che ricordo di Pazzini sono queste, mi avevano colpito molto.. quella inter, guarda caso, non aveva gioco.. cosi i compagni di Pazzini facevano una fatica tremenda in campo, per riuscire a servirlo poi almeno una settimana di vita la dovevano consumare… quando i giocatori per sopperire a una carenza di gioco collettivo devono fare il triplo della fatica a livello singolo, possono perdere un po di lucidità nel momento clou, quello in cui passano la palla a chi deve finalizzate l’azione.. allora Pazzini dall’alto del suo “magic touch” s’incavolava col compagno di turno pensando “una volta me l’avete passata, e me l’avete passata pure male..” Il compagno a sua vota s’incavolava con Pazzini perche immagino pensasse: “Noi ci stiamo facendo un mazzo tanto, tu te ne stai lì ad aspettare la palla senza far niente e ti lamenti pure?” Insomma, Icardi prima o poi il suo gioco lo dovrà evolvere..

  3. Noi interisti dobbiamo darci una bella svegliata! Non è possibile l’anno prossimo continuare con questo allenatore difensivista e catenacciaro. In europa si gioca in modo diverso e noi dobbiamo adeguarci. Con Mazzarri l’inter non ha nessun futuro di alto livello, è condannata alla mediocrità. Mazzarri è solo bravo nel trovarsi tanti sponsor e tanti adulatori, senza avere alcun merito. In conferenza stampa cerca solo scuse dei suoi fallimenti. Basta Mazzarri!!
    P.S. Bravo stella nerazzurra! Finalmente leggo degli articoli che non prendono in giro i tifosi ma che gli fanno aprire gli occhi su chi abbiamo in panchina (certo che Moratti ci ha lasciato un bel regalo d’addio…)

Lascia un commento