News

De Boer: “Qualcuno non ha dato il 100%, giocare nell’Inter deve essere un orgoglio”

de-boer-arrabbiato

Frank De Boer non è contento della prestazione dei suoi e lo dice chiaramente, il tecnico olandese non nasconde nulla alla stampa e mette tutti di fronte alle loro responsabilità, ecco le sue parole in conferenza stampa riportate da FcInternews.it: “Non sapevo che avremmo giocato così, non so perchè abbiamo fatto questa partita. Io voglio vedere sempre una squadra con personalità, coraggio e non l’ho visto nel primo tempo, molto brutto. Eppure abbiamo parlato tutti prima della gara spiegando cosa si doveva fare, e poi giochiamo così. All’Intervallo ho detto perché non stessero giocando come detto prima della partita. E’ un problema di questo momento, dopo 45 minuti così male può essere solo questione di mentalità. Dopo Torino eravamo tutti contenti, avevamo giocato con molta disciplina, tutti eravamo contenti di questo gioco ma avevo chiesto di vedere questo atteggiamento per tutta la partita, perchè abbiamo visto poi cosa succede quando giochi come nel primo tempo di oggi. E’ questione di mentalità”. Ma in seguito dice parole ancora più nette, eccole: “Dobbiamo essere piu’ uniti, disciplinati, il primo tempo non è stato così. Oggi qualcuno ha dato il 70%, bisogna dare sempre il 100%. Dobbiamo guardarci allo specchio, ho detto che qualcuno non ha dato il massimo nel primo tempo. Deve essere un orgoglio giocare per l’Inter e dimostrarlo ogni giorno, in allenamento o in campo”.