Calcio estero

Premier, Conte ora rischia di compromettere il campionato

La Premier League mette in vetrina due gare che possono decidere la vincente del campionato. Il Tottenham ha infatti stravinto, 4-0, contro il Bournemouth (settima vittoria consecutiva) e si trova perciò a 4 punti dal Chelsea, finora leader incontrastato. Oggi assistiamo al big match tra Manchester United e Chelsea, vale a dire tra Mourinho e Conte. Vero che i Red Devils sono a 18 punti dai Blues, ma il nome delle squadre e i relativi allenatori sono sinonimo di grandi duelli e inoltre il Chelsea deve fare attenzione al costante avvicinamento degli Spurs di Pochettino. Primo tempo che si delinea da subito con lo United veloce e aggressivo e il Chelsea nervoso. Dopo sette minuti i Red Devils sono già in vantaggio con Rashford e i Blues sono ancora più nervosi, specie con Diego Costa, presto ammonito. Non è una partita di qualità, nessuno eccelle, Ibrahimovic è in panchina e il Chelsea sin qui è abulico. La Ripresa e dopo tre minuti siamo 2-0 e il Chelsea è in bambola arrancante. Forse è la peggior partita del campionato del Chelsea con nessun tiro in porta, mentre i Red Devils non mostrano cose esaltanti, ma giocano di squadra e compatti. Continuiamo a segnarci il ragazzo Rashford, solo 19 anni e tanto ancora da crescere. Finisce 2-0 e uscendo Mourinho stringe la mano a Conte abbozzando un rapido sorriso. Il Tottenham è più vicino (-4), inoltre il prossimo fine settimana è prevista la semifinale di FA Cup proprio tra Chelsea e Tottenham…