Editoriali / Partita

Dagli spalti l’urlo “venduti!”

Un’altra indecorosa sconfitta, questa volta in quel di Marassi. Vero che il terreno è scivoloso, ma lo è per tutti, ma il fatto è che vediamo i giocatori dell’Inter che non si impegnano con Perisic, Candreva, Eder avulsi salvo un paio di occasioni, con Candreva che liscia il tap in a porta vuota, con Icardi addirittura oggetto misterioso. Il risultato è un primo tempo scialbo, noioso al punto che viene da chiedersi: possono professionisti di questo livello comportarsi così? Durante l’intervallo speriamo in qualcuno dalla Cina che urli, non Pioli, Ausilio, Zanetti del tutto inascoltati, ma nella ripresa non vediamo tre passaggi di fila, una proposta di azione manovrata al punto che il Genoa passa in vantaggio con Pandev e non si riesce a mettere dentro nemmeno un rigore, ancora Candreva. Si perde senza scuse, si sentono tifosi dell’Inter che gridano “venduti” dagli spalti. E’ un disastro, 2 punti in sette partite, ottavi in classifica. Abbiamo ipotizzato dopo le ultime partite che tanti giocatori non si impegnassero per evitare i preliminari di Europa League, ma dopo questa sconfitta si può ipotizzare addirittura un boicottaggio da parte di alcuni giocatori (e relativi procuratori) con un obiettivo ben preciso: essere venduti e andare in squadre che giocano almeno in Champions League con relativi maggiori introiti.