News

Stramaccioni dietrofront e quella matematica..

L’arbitro Celi come arbitrerà? Con che stato d’animo?

Assolutamente sarà sereno. Lui è un professionista. Se ne è parlato anche troppo di arbitri, noi dobbiamo cercare fare bene come squadra e spero, credo, non ci saranno problemi.

Ed anche..

Le polemiche arbitrali possono essere un alibi per i limiti della tua squadra?

Nè io nè la squadra ci siamo nascosti. Sappiamo di aver sbagliato l’appuntamento con la continuità. Da martedì il discorso arbitri è chiuso. Siamo concentrati sul Cagliari. E’ un momento importante e difficile e siamo in una condizione in cui tutto comunque deve funzionare al dettaglio.

Ed ancora..

Le proteste possono diventare un boomerang?

Per noi è stato un conto chiuso subito. Pensiamo a fare bene sul campo, a fare la nostra parte. Io non ho mai parlato di malafede e buona fede ho parlato di rigore inesistente perché nessuno lo aveva visto. Abbiamo delle cose in cui dobbiamo migliorare, mancano ancora tante gare e vogliamo giocarcela fino alla fine. 

Dove eravamo rimasti? Ah sì ci eravamo chiesti dopo lo sfogo post-partita della domenica e del lunedì quanto tempo sarebbe passato prima di rimangiarsi tutto. La risposta arriva oggi, cinque giorni. Per bocca del povero Stramaccioni l’Inter fa una tripla capriola all’indietro e grazie a tutti. La coerenza non è di casa da questi parti, d’altronde cosa aspettarsi da una società alla deriva, priva di una strategia tecnica, mediatica e politica? Premesso che secondo il mio modesto parere nella sconfitta con l’Atalanta le responsabilità di squadra e allenatore sopravanzavano quelle dell’arbitro, ma a quale pro lanciare il sasso per poi nascondere la mano? Alla fine se le uscite della domenica sera non sono seguite da una strategia mediatica e politica servono solo ad invelenire e incattivire ancor di più nei nostri confronti la classe arbitrale, che troverà il modo di farcela pagare. Ben fatto e siamo daccapo.

 

L’Europa League, meglio rinunciarci?

Noi dobbiamo portare l’Inter in Europa, fino a che la matematica non mi condanna credo al terzo posto.

Dunque siamo arrivati a questo, la mitica frase “finchè la matematica non ci condanna”, fin qui sentita proferire negli anni da allenatori di squadre in lotta per non retrocedere, approda dalle parti di Appiano Gentile, a questo siamo arrivati. Questa umiliazione il buon Strama poteva non infliggercela. Per inciso questa frase si dice quando non ci si crede più, d’altronde il terzo posto è una presa in giro da un bel po’.

Leggi qui tutta la conferenza stampa di Stramaccioni

I convocati per Cagliari-Inter

PORTIERI – Handanovic, Carrizo, Belec;

DIFENSORI – Silvestre, Ranocchia, Samuel, Pereira, Jonathan, Juan Jesus, Nagatomo;

CENTROCAMPISTI – Zanetti, Kovacic, Alvarez, Guarin, Kuzmanovic, Cambiasso, Gargano, Benassi, Belloni;

ATTACCANTI – Rocchi e Forte.