Le pagelle di Inter-Empoli 2-1

icardi gol empoli 2016Handanovic 6 Gela tutti nel postpartita esternando ancora una volta i suoi dubbi amletici sulla sua permanenza in nerazzurro, mentre in campo poco lavoro, può poco sul gol.

D’ambrosio 6 Si fa vedere in avanti spesso nel primo tempo, ma è tra i molli nell’azione del pareggio empolese, dove rientra blandamente. Ripresa sotto tono, come quasi tutti.

Miranda 6,5 Il duello tutto mestiere ed esperienza con Maccarone è il più bello della partita, intorno ci sono molti compagni distratti e la sua presenza è determinante per evitare guai peggiori.

Jesus 5,5 Gli avversari ormai conoscono tutte le sue ingenuità, Pucciarelli lo prende alle spalle come già hanno fatto tanti attaccanti della serie A e a 26 anni non si può più parlare di inesperienza. Urla e parole con Mancini, come riferito dall’inviato a bordocampo di Sky.

Nagatomo 6,5 Professionista esemplare, uno dei pochi ad onorare l’impegno con concentrazione e continuità e a impegnarsi anche nel secondo tempo, diverse le sortite in avanti e più di una diagonale difensiva decisiva.

Melo 5,5 Non dà solidità e ha poca visione di gioco, imperdonabili le due palle perse davanti all’area, una al 27′ e una nel finale che poteva costare carissimo.

Kondogbia 6 Anche lui perde un rovinoso pallone nel finale, ma gioca meglio del compagno di reparto, più intraprendente e brillante di gambe, ancora grezzo tatticamente, ma conferma il finale di stagione in netta crescita e ai microfoni di Inter Channel promette, “resto sicuramente”.

Brozovic 5,5 Primi venti minuti ispirato e geometrico, poi, emblema di questa squadra, perde completamente continuità. Prima largo a destra, poi a sinistra, poi trequartista atipico e infine interno di destra, conferma comunque il suo eclettismo.

Jovetic 6 Nei primi minuti spezza l’equilibrio della mediana empolese ed è sempre nel vivo del gioco, diligente anche in copertura su Paredes o su uno dei due centrali, ma anche lui nel corso della partita si perde ed è poco concreto.

Perisic 6 Un gol e un’assist lo rendono inattaccabile, in realtà anche lui nel secondo tempo per larghi tratti cammina e concede molto spazio alle sortite di Zambelli.

Icardi 6,5 Gol non banale, potente e preciso sotto la traversa, non così facile. Poi fallisce una grande occasione che si era procurato di fatto da solo con una gran giocata. Lui da tempo si è messo al servizio della squadra, ma la squadra continua a fornirgli pochi palloni. Esce per infortunio nella ripresa.

Eder 5,5 Fa il falso nueve con risultati scarsi, non sembra brillante fisicamente.

Biabiany 5,5 Fallisce due occasioni che potevano chiudere la partita, sparacchiando alto e poi non agganciando in area il pallone.

Medel sv

2 thoughts on “Le pagelle di Inter-Empoli 2-1

  1. la partita non l’ho neanche guardata visto che considero già un fallimento essere arrivati a 2 partite dalla fine senza più obbiettivi e con un quarto posto molto deludente! Queste partite contano meno delle amichevoli estive!!
    Complimenti ai tifosi nerazzurri che anche nell’ultima partita senza più obbiettivi, sono andati in parecchi a San Siro! Sinceramente non si meritano questa squadra senza attributi e senza gioco e non si meritano neanche un allenatore che fa i cambi al 93esimo….
    Adesso resta da capire la situazione Mancini! Andare avanti così, senza rinnovo di contratto mi sembra un autentico suicidio sportivo! Lo jesino ha dimostrato enormi lacune e un pressapochismo imbarazzante! Figuriamoci se comincia la stagione senza la fiducia al 100 percento della società… a novembre dobbiamo già cercare il nuovo allenatore!
    Una società forte esonera Mancini visto che ha fallito gli obbiettivi! I grandi i nomi in declino che ci vuole propinare non sono la soluzione… servono giocatori giovani e forti!
    Non affidiamoci con le mani legate e gli occhi bendati alle presunte grandi mosse sul mercato di Mancini… Tanto i bei contrattoni che vuole fare tipo a Yaya Tourè, mica li paga lui! Resteranno sul groppone della società anche quando lui toglierà il disturbo… e si spera il prima possibile!!!

  2. Non ha senso iniziare tutto da capo almeno nel post triplete proviamo a tenere un allenatore per più di un anno! Ha deluso ma credo che quest’anno arrivare prima della Roma e Juve e di higuain fosse difficile! Abbiamo comunque preso un murillo che da scommessa è diventato un buonissimo difensore e che può migliorRe,stiamo vedendo ora perché kondo sia stato preso…diamo tempo al tempo! Anche perché non abbiamo soldi quindi licenziare mancini per prendere un allenatore che sia inferiore al nostro poco senso avrebbe! Anche se si sbaglia, bisogna sapere avere il sangue freddo perché altrimenti non si va da nessuna parte…la gestione Moratti lo insegna,quando abbiamo tenuto un allenatore per più di 1/2 anni abbiamo fatto cose positive, magari pur non vincendo

Lascia un commento