Partita

Inter senza mentalità, vittoria sofferta con l’Empoli

icardi esulta con l'empoli 2016L’Inter batte l’Empoli 2-1 e ipoteca matematicamente il quarto posto. Si decide tutto nel primo tempo, vantaggio di Icardi, momentaneo pareggio di Pucciarelli e gol-partita di Perisic. Ritmi da campionato solo nei primi 17-18 minuti, poi clima da vacanze anticipate per le squadre in campo, con l’Inter che non chiude la partita e come al solito si trova a soffrire nei dieci minuti finali, schiacciata nella propria metà campo e confermando la mancanza di mentalità, rischiando di subire l’ennesimo gol in zona cesarini, che però in maniera fortunosa non arriva, con diverse occasioni per l’Empoli negli ultimi scampoli e un gol annullato agli azzurri. Infortunio per Icardi, da valutare. Ecco la cronaca: Ci sono due variazioni rispetto alla formazione annunciata in questo penultimo turno di campionato a San Siro contro l’Empoli. Gioca Melo al posto di Medel, che prende un turno di riposo, e così Murillo sostituito da Jesus. Si gioca per archiviare la pratica quarto posto contro un Empoli già salvo e senza obbiettivi. Ecco le formazioni ufficiali:

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 25 Miranda, 5 Jesus, 55 Nagatomo; 83 Melo, 7 Kondogbia; 77 Brozovic, 10 Jovetic, 44 Perisic; 9 Icardi.

A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 8 Palacio, 11 Biabiany, 12 Telles, 17 Medel, 21 Santon, 22 Ljajic, 23 Eder, 27 Gnoukouri, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini

EMPOLI: 1 Pelagotti; 3 Zambelli, 26 Tonelli, 15 Costa, 21 Mario Rui; 17 Zielinski, 32 Paredes, 77 Buchel; 5 Saponara; 20 Pucciarelli, 7 Maccarone.
A disposizione: 1 Pugliesi, 55 Giacomel, 6 Bittante, 11 Croce, 13 Maiello, 14 Diousse, 19 Fantacci, 24 Cosic, 31 Camporese, 33 Krunic, 37 Ariaudo, 99 Tchanturia.
Allenatore: Marco Giampaolo

Arbitro: Di Bello
Assistenti: Ranghetti, Tasso
IV uomo: Paganessi
Assistenti addizionali: Giacomelli, Aureliano

Primo quarto d’ora frizzante con l’Empoli spensierato che gioca a viso aperto e concede praterie ai contropiedi dell’Inter, bravo Nagatomo a uscire dal pressing di Zielinski e Jovetic a spezzare l’equilibrio empolese sulla trequarti. Al terzo tentativo l’Inter va in gol con un contropiede quattro contro tre, tutto parte ancora dai piedi di Nagatomo, assist di Perisic e gol di Icardi sotto la traversa. AssistPerisic-golIcardi, specialità della ditta. Dopo il quarto d’ora però diventa già una gara di fine stagione con tutte e due le squadre che si siedono e nella fase centrale i nerazzurri diventano decisamente distratti con palle perse davanti all’area, rientri blandi e posizioni sbagliate. E infatti l’Empoli pareggia con Pucciarelli che brucia sul tempo Jesus in un’azione iniziata con una palla persa malamente da Jovetic con la squadra che non si ricompatta. Assist di Maccarone. Anche l’Empoli è in vena di regali però e dopo soli tre minuti l’Inter è di nuovo in vantaggio con una palla persa davanti all’area su cui si avventa Icardi, tiro di Jovetic respinto male da Pelagotti e Perisic è lì sotto porta a ribadire in rete. Poi Icardi fallisce la doppietta personale sparando alto.

Secondo tempo insignificante, con diversi giocatori che camminano in campo e, come detto in apertura, con l’Inter che non chiude la partita e si condanna ad un finale di sofferenza. Si infortuna anche Icardi, l’Inter chiude a specchio con l’Empoli con il 4-3-3 e si congeda da San Siro, anche oggi un buon pubblico che meritava di più, perlomeno con i tre punti. Appuntamento al Meazza il 20 agosto, anche se c’è ancora un turno di campionato -ininfluente – da giocare in quel di Reggio Emilia contro il Sassuolo, domenica 15 maggio.

INTER-EMPOLI 2-1
Marcatori: Icardi (12′), Pucciarelli (37′), Perisic (40′)

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 25 Miranda, 5 Jesus, 55 Nagatomo; 83 Melo, 7 Kondogbia; 77 Brozovic, 10 Jovetic (63′ Eder 23), 44 Perisic (93′ Medel 17); 9 Icardi (66′ Biabiany 11).
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 8 Palacio, 12 Telles, 17 Medel, 21 Santon, 22 Ljajic, 27 Gnoukouri, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini

EMPOLI: 1 Pelagotti; 3 Zambelli (82′ Bittante 6), 26 Tonelli, 15 Costa, 21 Mario Rui; 17 Zielinski (82′ Maiello 13), 32 Paredes, 77 Buchel (69′ Croce 11); 5 Saponara; 20 Pucciarelli, 7 Maccarone.
A disposizione: 1 Pugliesi, 55 Giacomel, 14 Diousse, 19 Fantacci, 24 Cosic, 31 Camporese, 33 Krunic, 37 Ariaudo, 99 Tchanturia.
Allenatore: Marco Giampaolo

Ammoniti: Buchel (21′), Nagatomo (50′), Handanovic (86′), Perisic (87′),

Recuperi: 0′ – 4′

Arbitro: Di Bello
Assistenti: Ranghetti, Tasso
IV uomo: Paganessi
Assistenti addizionali: Giacomelli, Aureliano

 

Tags: , , ,