La rivoluzione divora i propri figli

mancini thohir bolinbroke in ritiro 2016Ennesima rivoluzione in casa Inter. Siamo al settimo cambio di allenatore in sei anni. Mancini se ne va, arriva De Boer. Auguri. Val la pena elencarli: Benitez, Leonardo, Gasperini, Ranieri, Stramaccioni, Mazzarri, Mancini e ora De Boer. Una lista che manco i rotoloni Regina. Certo, non tutti erano adeguati a gestire una panchina complessa come quella dell’Inter, ma tanti sono stati rosolati in una grigliata collettiva insieme all’asado. (Continua sotto)

E se non tutti erano adeguati, che dire di Ranieri, liquidato dopo sei mesi e qualche anno dopo capace di vincere lo scudetto più incredibile della storia del calcio mondiale sulla panchina del Leicester. E Stramaccioni? Il bambino prodigio prima esaltato e poi abbandonato a se stesso. Niente da fare, l’Inter va avanti di rivoluzione in rivoluzione e la rivoluzione divora i propri figli, come Mancini, accolto come un comandante dalle virtù salvifiche e messianiche un anno e mezzo fa e ora condannato al rogo dalla piazza virtuale, ben indirizzata da una campagna di stampa feroce e insinuante. Attento Frank De Boer, quelli che ti accolgono come un eroe oggi, sono gli stessi che ti massacreranno alla prima mossa sbagliata, come hanno fatto con Mancini. Intanto la dirigenza se la cava sempre, l’allenatore è il capro espiatorio e nessuno la mette in discussione. Come quel Thohir, che non sa nemmeno come è fatto un pallone, che voleva il progetto giovani e scelse uno come Mazzarri per guidarlo, o Bolingbroke, l’addetto alla biglietteria dello stadio di Manchester, spacciato per un grande dirigente internazionale, con stipendio da top-player. E i cinesi? Ombre cinesi. Ma è tutta colpa dell’allenatore.

1 thought on “La rivoluzione divora i propri figli

  1. La storia con Mancini era iniziata male già in quel novembre del 2014! A parte gli scempi tattici che hanno contraddistinto questi quasi 2 anni e una gestione schizofrenica dello spogliatoio, lo jesino si è posto male dall’inizio… in sintesi, ha sempre pensato di essere più importante dell’inter, il top manager in una squadra di pippe!
    Questo modo di porsi ha sgretolato la fiducia della squadra e il credito di cui godeva per le vittorie passate! Parecchi tifosi (compreso il sottoscritto) non lo sopportavano più!
    Un Mancini distaccato, poco presente, con poca empatia sulla squadra e sul pubblico!
    La parentesi inglese gli ha fatto molto male… già in quel primo derby con quella formazione sconclusionata ha dimostrato di non avere umiltà, non aggiornandosi neanche sulla rosa dell’inter! Umiltà… una parola che Mancini non sa neanche cosa significa!!
    Quest’anno, da gennaio in poi, ne abbiamo viste di tutti i colori tatticamente… con De Boer riusciremo per almeno 2 partite consecutive a vedere la stessa formazione!
    Peggio di Mancini, De Boer non può fare!
    Forse senza le 6 pere che ci ha rifilato Pochettino, la situazione Mancini si sarebbe protratta ancora… se in questa stagione l’inter farà bene come credo, sappiamo chi dobbiamo ringraziare!
    Secondo me lo jesino ha voluto farsi esonerare! Rivolgersi in quel modo a Thohir in America non ha di certo agevolato la distensione dei rapporti! Infatti è Thohir che lo ha fatto fuori!
    Non nascondo di essere molto contento, te l’avevo anche preannunciato… i cinesi prendono Candreva e poi cacciano Mancini! Farlo al 7 agosto non è il massimo ma siamo ancora in tempo!!
    Francesco, non devi fare il minestrone con gli ultimi allenatori di Moratti… questa è una nuova società!
    Mancini è stato abbandonato anche dallo spogliatoio, era una soluzione inevitabile! Vedere Miranda che si scansa e non segue gli avversari era abbastanza emblematico di quello che pensava la squadra dell’allenatore!!
    Non sono d’accordo neanche sulla campagna di stampa anti-Mancini… i tifosi se n’erano accorti già da molto tempo che Mancini era assolutamente inadeguato!
    Al contrario, Mancini s’è fatto parecchi amici fra i giornalisti… e in molti stanno facendo i “tifosi” di Mancini, non dell’inter!
    Ci sono certi giornalisti che hanno dei rapporti privilegiati con Mancini (in quello è un fenomeno), che siccome non potranno più vantarsi di “avere delle fonti” e non riceveranno più telefonate dal pr di Jesi, adesso mettono giù il broncio e si scagliano contro la società!
    Era già successa con Mourinho questa storia (Mancini era il genio, il portoghese tecnico mediocre) poi sono saliti tutti sul carro!!
    La società ha fatto quello che doveva fare per il bene dell’inter!! Adesso personalmente sono molto curioso di vedere all’opera De Boer! E tutti devono sostenerlo da subito!!
    Le vedove di Mancini se ne devono fare una ragione!!

Lascia un commento