Partita / Top

La prima Inter di Mazzarri

Mazzarri è un grande promotore di se stesso, ne abbiamo avuto la riconferma ieri dopo la partita, quando ha saputo vendere una formazione iniziale sbagliata per uno stratagemma voluto e la correzione in corso con gli ingressi di Icardi e Kovacic come due mosse segrete preparate in anticipo. In realtà giocare senza una punta d’area nel primo tempo è stato un errore, così come schierare contemporaneamente Cambiasso e Kuzmanovic a centrocampo. La squadra non ne guadagnava in copertura, Cambiasso e Kuzmanovic non fanno filtro, ed era senza profondità in avanti, priva com’era di un’attaccante d’area. La verità è che Mazzarri non si è fidato di schierare Icardi, Kovacic e Taider dall’inizio (scarsa fiducia nei giovani?), ma poi non ha potuto fare altrimenti vista la situazione disperante che si era creata. Vediamo ora qualche schema che si è visto nella partita di ieri: 1) Inserimento mezz’ala: quando il terzino riceve palla la mezz’ala scatta in profondità per ricevere il passaggio 2) Mezz’ala e terzino che incrociano le posizioni: Se la mezz’ala si allarga verso l’esterno il terzino deve subito tagliare verso il centro, quindi se l’azione si svolge sulla trequarti punta dritto verso l’area. 3) La mezz’ala viene incontro e il terzino s’inserisce. 4) densità in fascia con difensore laterale che avanza palla al piede e davanti a lui si schierano l’esterno sulla linea del fallo laterale, la mezz’ala al suo fianco e in mezzo a loro, ma un un po’ più avanti l’attaccante, mentre l’altra mezz’ala stringe arrivando dall’altra fascia. 5) Quando un terzino va sul fondo a crossare, l’altro terzino taglia in area a ricevere il cross, vedi l’azione dell’1-0. Rispetto a Stramaccioni la differenza positiva è un maggiore movimento, il giocatore che passa il pallone non rimane poi fermo ma si muove subito per ricevere un eventuale passaggio di ritorno. Le triangolazioni comunque raramente si sono chiuse e tutti questi inserimenti hanno fatto cadere spesso l’uomo in fuorigioco. Mancano quindi ancora i tempi giusti, ma anche gli interpreti giusti, tutto questo gioco in fascia e nessuno che sappia crossare, se poi in area non c’è un centravanti di peso le cose si complicano. Molto meglio invece con le azioni in contropiede dove la squadra si è espressa bene e ha fatto vedere le cose migliori.

Tags: , , , ,