Pagelle

Pagelle Inter-Atalanta 1-0, mamma Murillo!

inter atalanta 2015 esultanzaHandanovic sv Non tocca palla, i compagni non lo sottopongono nemmeno al gran numero di retropassaggi a cui era abituato negli anni scorsi.

Santon 6 Buoni interventi difensivi, abbastanza intraprendente nel primo tempo, cala nella ripresa, ma si rivede nell’assalto finale. Può dare di più.

Miranda 6,5 Preso d’infilata un paio di volte ad inizio gara, prende poi le misure, ma sopratutto sa trattare la palla in fase d’impostazione. Se il fisico reggerà sarà un rinforzo importante.

Murillo 7,5 Movimenti ad anticipare l’avversario con un tempistica perfetta, diagonali interne importanti, tranquillità e grinta, l’unico che entra subito in partita senza tremori.

Jesus 7 Sta prendendo confidenza con il ruolo di terzino sinistro, finalmente attacca la profondità e, udite udite, serve anche dei cross di ottima fattura.

Gnoukouri 6 Perde un pallone rovinoso davanti all’area nei primi minuti e questo lo condiziona a lungo, poi prende coraggio, ma Mancini lo toglie alla fine del primo tempo.

Medel 5,5 Inizia interno destro, poi torna al centro, soliti duelli a metà campo, prova a reinventarsi regista in fase offensiva con risultati pessimi.

Kondogbia 6 Inizio timoroso, poi quando prende l’iniziativa fa sempre qualcosa di buono, ma deve prenderla più spesso.

Brozovic 6 Sembra sempre esitare negli ultimi sedici metri, comunque è quello che corre di più nel primo tempo e copre più spazi, ma lo paga nella ripresa, anche per un problema fisico.

Palacio 5,5 Serata difficile per il trenza, che si vede solo a sprazzi.

Icardi sv Eletto capitano, si blocca dopo una dozzina di minuti, non ci sarà a Carpi.

Jovetic 6,5 Buttato nella mischia, ci prova con personalità, ma annaspa in mezzo alle sportellate dei rudi difensori bergamaschi, ma appena gli danno due metri colpisce.

Hernanes 4,5 Si presenta in campo con un preziosismo, poi sparisce a lungo dal campo, ha un paio di buoni palloni in area, ma non li sfrutta.

Manaj 6 Esordio in serie A, ottimi minuti per far vedere una grande giocata al limite dell’area e buona intensità.

 

ATALANTA Mvp

Occhio a De Roon, centrale di centrocampo che ha sostituito degnamente Cigarini, sempre attento a coprire tutti i buchi, è lui il migliore in campo dell’Atalanta.