Le pagelle di Napoli-Inter 0-2

jovetic strinicHandanovic 8 Anche oggi, come a Bergamo, quattro capolavori, non si conta una quinta grande parata a gioco fermo. Inizia a far paura. Quasi un peccato che la più bella sia sullo 0-2.

Nagatomo 6,5 La crescita del giapponese da quando è tornato titolare, cioè da inizio novembre quando a sorpresa fu schierato con la Roma, è impressionante, a dimostrazione che anche a 30 anni con l’allenamento si può migliorare. Ottantacinque minuti difensivamente (il suo vecchio punto debole) perfetti, poi un finale naif con due ingenuità.

Miranda 7 Nei primi minuti ci sono solo lui e Handanovic, gli altri non sono entrati in partita. Nei corpo a corpo è un Samuel, nella tempestività degli interventi è un Terry, in arte Miranda.

Jesus 6,5 Decisamente più ruvido del suo elegante compagno di reparto, ma non meno efficace e decisivo, mette in difficoltà Mancini candidandosi ad una maglia da titolare.

Telles 6,5 Partita che contraddice l’idea che non sappia difendere, dalla sua parte non si passa mai.

Biabiany 6 Inspiegabilmente lasciato in panchina nelle ultime partite, conferma i dati positivi della sua mezz’ora di Bergamo, sempre giocate utili senza strafare, mal che vada ottiene un corner o una rimessa.

Medel 6 Nel primo tempo pensi che Mancini si è incaponito a farlo giocare quando sarebbe nel suo interesse rifiatare, invece nella ripresa fa la parte del leone in mezzo al campo e ruba tanti palloni,tra cui il pallone del vantaggio.

Kondogbia 5 Innegabile momento di chiara difficoltà, gli avversari sembrano andare a nozze coi suoi punti deboli, si perde il conto delle palle perse, ma a volte perde palla perchè nessuno viene incontro a ricevere il passaggio e si trova ad impostare nel deserto.

Perisic 5 Partita a tratti irritante, sbaglia tutto quello che umanamente si può sbagliare e oltre.

Jovetic 6,5 Quando Mancini dice che il calcio è uno sport semplice e non sempre bisogna cercare la super giocata il destinatario della lettera è lui, che evidentemente non era in casa a riceverla, perchè per 75 minuti continua a fare il globbetrotter, poi zittisce tutti con un gol capolavoro e nel finale ritrova il cuore offrendo alla squadra due punizioni vitali.

Ljajic 6,5 Gioca in maniera intermittente e spesso si lamenta con i compagni, comunque quando messo a fare il tornante sinistro si sacrifica e nel finale regala una galoppata da sogno.

Palacio sv

Melo sv

3 thoughts on “Le pagelle di Napoli-Inter 0-2

  1. Stasera la partita è passata in secondo piano per quello che è successo nel finale. Dico solo solo che Sarri, per colpa della sua presunzione e ignoranza, si è giocato la stagione del Napoli stasera!
    Al contrario, per l’inter e Mancini, questa è stata la partita della svolta!
    Complimenti a Mancini per il coraggio e la dignità mostrata del dopo-partita.
    Vedere Sarri intervistato alla fine del match mi ha fatto quasi tenerezza! Un cagnolino smarrito! Qualcuno doveva avvisarlo che non stava più allenando in terza categoria e siamo nel 2016!
    Per frasi del genere in America c’è la squalifica a vita e non entri più neanche allo stadio!
    Forza Inter! Forza Mancio!

  2. troppo negativo il voto a Kondogbia considerando che era preso di mira dai giocatori del napoli. molto spesso se la è cavata bene vanificando il pressing portato da 2/3 giocatori contemporaneamente.

  3. Kovacic dopo 2 anni non aveva capito come fosse la serie a ,speriamo che kondo lo capisca prima! Comunque ho trovato un’inter buona ma troppo fragile mentalmente cioè handanovic ha fatto 2-3 parate(non conto quella sul 2-0) però non è possibile avere così paura ! Come penso e ho detto senza higuain loro sono più scarsi di noi,contiamo che avevamo fuori molto titolari e che senza higuain fanno poca Strada! Sarri purtroppo ha fatto una figuraccia e dico così perché è incredibile nel 2016 dover cadere in questi pregiudizi! Se giustifichiamo tutto non impareremo ma nulla! È come se il sottoscritto siccome ha avuto il padre in ospedale per un serio tumore maligno avesse licenza di andare in giro e prender a pugni la gente….non esiste! Finirà all’italiana come al solito,però grande Mancio! Al di là dell’allenatore,ha fatto la cosa giusta! Concludo dicendo che non ho mai visto il pipita protestare in certi modi come l’altra sera,forse è proprio vero che fuori dalle tre grandi ,la mentalità è ancora troppo arretrata!

Lascia un commento