Partita

La grande bruttezza

Campionato di Calcio Serie A TIM 2015/2016 10 Giornata Bologna - 27.10.2015 Bologna-InterL’Inter più brutta della stagione vince a Bologna con un gol di Icardi. Espulsi Melo e Mancini. Ecco la cronaca: Mancini rilancia Ranocchia per sostituire Murillo squalificato, fa rientrare Santon e Brozovic e dà un turno di riposo a Jovetic, Guarin e Medel. Modulo inizialmente 4-2-3-1 con Brozovic alle spalle di Icardi, Perisic a destra e Ljajic a sinistra, poi 4-3-3 con Brozovic interno destro, Ljajic a destra e Perisic a sinistra, quindi ancora 4-2-3-1 con Brozovic ala destra, Ljajjic rifinitore e Perisic a sinistra. Per il Bologna 4-3-3 con Destro che rimane in panchina. Ecco le formazioni ufficiali:

BOLOGNA: 1 Da Costa; 24 Ferrari, 2 Oikonomou, 13 Rossettini, 25 Masina; 8 Taider, 21 Diawara, 22 Rizzo; 26 Mounier, 11 Mancosu, 17 Giaccherini.

A disposizione: 32 Stojanovic, 97 Sarr, 3 Morleo, 5 Pulgar, 6 Crisetig, 7 Falco, 10 Destro, 15 Mbaye, 18 Acquafresca, 23 Brienza, 28 Gastaldello, 33 Brighi.
Allenatore: Delio Rossi

INTER: 1 Handanovic; 21 Santon, 25 Miranda, 23 Ranocchia, 5 Jesus; 77 Brozovic, 83 Melo, 7 Kondogbia; 22 Ljajic, 9 Icardi, 44 Perisic.
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 8 Palacio, 10 Jovetic, 11 Biabiany, 12 Telles, 13 Guarin, 14 Montoya, 17 Medel, 27 Gnoukouri, 55 Nagatomo, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini

Arbitro: Banti
Assistenti: La Rocca, Posado
IV uomo: Peretti
Assistenti addizionali: Celi, Mariani

melo rizzoL’Inter gioca un primo tempo tra i più brutti della sua storia, si prospetta un martedì horror con i giocatori di Mancini che spesso sbagliano già il primo passaggio, disordinati e confusi dai continui cambi di modulo, mentre il Bologna corre di più, commette meno errori tecnici e copre meglio gli spazi con il 4-5-1 in fase difensiva. D’altra parte Mancini lasciando in panchina Guarin, Jovetic e Telles ha messo in campo l’Inter meno tecnica possibile. Nei primi venti minuti si gioca nella metà campo dell’Inter, il Bologna però è troppo carino ed educato, non trovando mai lo specchio della porta, ma costringendo Handanovic ad un paio di uscite sui piedi di Mancosu. Si segnala anche un’incredibile serpentina di Ferrari che si dribbla tutta la difesa prima di essere stoppato da Santon. In fase d’impostazione Melo e Kondogbia si nascondono caracollando e l’unico a farsi vedere è Brozovic, che però poi Mancini sposta all’ala destra. E’ così Ranocchia che si ritrova a dover impostare non sapendo mai a chi dare il pallone. E’ un’Inter senza idee, Santon e Perisic non azzeccano un cross e Icardi muore di solitudine, mentre Ljajic svaria su tutto il fronte offensivo senza mai incidere. Il primo tempo si chiude con la punizione telefonata di Ljajic tra le braccia di Da Costa. E’ il primo tiro in porta.

un-momento-di-gioco-di-bologna-interNella ripresa Mancini cambia ancora schierandosi con l’albero di natale, si vede un po’ più di movimento, anche perchè il Bologna è meno ordinato e concede qualche linea di passaggio in più. Il severo doppio giallo a Felipe Melo sembra però compromettere le cose, ma l’Inter gioca meglio in dieci perchè finalmente tira fuori il carattere e l’orgoglio ed è più ordinata con il 4-4-1. Un malinteso tra Gastaldello e Rossettini messi in difficoltà dal pressing di Icardi innesca l’azione del gol-partita, con Perisic che intercetta, Brozovic lancia Ljajic tenuto in gioco dallo statico Gastaldello, clamoroso “buco” di Ferrari che dà il via libero al serbo, assist per Icardi, che fa un gol facile facile, ma tanto atteso. Delio Rossi manda in campo Destro e Falco provando il 4-2-3-1, che schiaccia il 4-4-1 dell’Inter, ma l’unica occasione per pareggiare arriva al 94′ con Destro che solo in area spara addosso ad Handanovic. Intanto un nervoso Mancini era stato espulso per proteste poco prima, ma può festeggiare il primo posto in classifica.

BOLOGNA-INTER 0-1
Marcatori: Icardi (22′ st)

BOLOGNA: 1 Da Costa; 24 Ferrari, 28 Gastaldello, 13 Rossettini, 25 Masina; 22 Rizzo (36′ st Destro 10), 21 Diawara, 8 Taider; 17 Giaccherini (26′ st Brienza 23), 11 Mancosu (36′ st Falco 7), 26 Mounier.
A disposizione: 32 Stojanovic, 97 Sarr, 3 Morleo, 5 Pulgar, 6 Crisetig, 15 Mbaye, 18 Acquafresca, 33 Brighi.
Allenatore: Delio Rossi

INTER: 1 Handanovic; 21 Santon, 25 Miranda, 23 Ranocchia, 5 Jesus; 77 Brozovic, 83 Melo, 7 Kondogbia; 22 Ljajic (42′ st Palacio 8), 9 Icardi (36′ st Biabiany 11), 44 Perisic (29′ st Guarin 13).
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 10 Jovetic, 12 Telles, 14 Montoya, 17 Medel, 27 Gnoukouri, 55 Nagatomo, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini

Ammoniti: Kondogbia (39′), Felipe Melo (8′ st), Rossettini (42′ st)
Espulsi: Felipe Melo (16′ st, doppia ammonizione), Mancini (45′ st)

Recupero: 1′ – 5′

Arbitro: Banti
Assistenti: La Rocca, Posado
IV uomo: Peretti
Assistenti addizionali: Celi, Mariani

Tags: