Pagelle

Pagelle di Inter-Genoa 2-0

Handanovic 6 Nessuna parata, il Genoa non lo impegna mai, ma è bravo a uscire su Kucka impedendogli il tiro.

Campagnaro 6 Lottatore, bravo a tamponare sulle fasce, a ripartire palla al piede, in area però qualche problema, liscia su un cross, lascia sfilare pericolosamente un passaggio che attraversa l’area e mette Kucka davanti ad Handanovic e Gilardino gli ruba il tempo in due circostanze.

Ranocchia 5,5 Soffre molto Gilardino, brutto cliente, lui lo stende più di una volta e poi va a rendersi pericoloso in avanti sui corner.

Jesus 5,5 Ancora lontano dalla condizione migliore.

Jonathan 5,5 Il suo diagonale si spegne sul fondo, prova l’inserimento ma finisce in fuorigioco. Partito con buona intensità, si è spento presto, suo comunque il cross dell’1-0, a dire il vero fortunoso. Una dormita clamorosa mette Kucka davanti alla porta.

Guarin 6,5 La sua idea è partire e avvicinarsi il più possibile alla porta e tra un dribbling e l’altro scaricare la palla in porta, non sempre ci riesce e non sempre è la soluzione migliore, comunque nel secondo tempo sospinge alcuni contropiedi pericolosi. Come uomo contropiede può essere devastante se sceglierà anche i tempi giusti nei passaggi. Insidioso al tiro al 57′, altri tiri meno importanti e forzati, ma assist del 2-0.

Cambiasso 4 Sempre anticipato, sempre fuori tempo, sempre scavalcato, ma oggi sbaglia anche passaggi in serie.

Kuzmanovic 5,5 Inizio volenteroso, si fa vedere, si propone e in due o tre circostanze i compagni lo ignorano, non abbastanza però per alzare il prezzo del suo cartellino, rimaniamo in un contesto di mediocrità.

Nagatomo 5,5 Si fa trovare pronto in area per insaccare a porta vuota, ma è anche l’unica cosa buona della partita, cross fiacchi o fuori misura, solo uno costringe Perin alla smanacciata. Santana lo salta, lui lo placca Soffre la spinta di Vrsaljko.

Alvarez 6 Nel primo tempo gioca seconda punta facendo il pendolo tra una fascia e l’altra a seconda di dove si svolge l’azione, poca intesa coi compagni e solite giocatine. Meglio nel secondo tempo quando Mazzarri lo reinventa mezz’ala, recupera palloni che fanno ripartire l’Inter in contropiede, subisce un sacco di falli e serve un bell’assist per Icardi, intercettato.

Palacio 7 Nel primo tempo regge l’attacco da solo, non inizia bene facendosi rimontare mentre era lanciato a rete, ma fa un lavoro eccezionale senza ricevere un cross o un passaggio pulito. Nel secondo tempo con l’ingresso di Icardi può dedicarsi a fare la seconda punta, sempre in movimento, viene a far da sponda per far partire il contropiede, si allarga in fascia tenendo vivi passaggi approssimativi, va in percussione sulla trequarti e alla fine trova anche il meritato gol.

52′ Icardi 6 Molto meno movimento di Palacio, partecipa poco ai contropiedi, ma va al tiro tre volte colpendo una traversa e la sua presenza permette a Palacio di non avere sempre tutta la difesa addosso e costringe il Genoa ad abbassarsi.

72′ Kovacic 6,5 Entra e si mette subito in cabina di regia dando il via all’azione dell’1-0. Il tuo posto è nell’11 titolare, anche al 30% della condizione.

85′ Taider s.v. Buona impressione.

Mazzarri 6,5 Faccia preoccupata all’inizio e modulo preoccupato, rompe gli indugi nel secondo tempo mandando in campo Icardi e Kovacic, il Genoa non era così pericoloso. Si vede qualcosa di suo, sprazzi di intensità all’inizio, gioco in contropiede ad inizio ripresa e grinta tra il 65′ e il 75′ per arrivare al gol.

Genoa

Perin 6; Vrsaljko 6,5, Portanova 5,5, Manfredini 5,5, Antonelli 5; Cofie 6, Lodi 6, Kucka 5; Santana 6 (Floro Flores s.v.), Bertolacci 5 (Konate s.v.); Gilardino 7

Tags: , ,