Moratti: “Non ho nessun obbligo a cedere le mie quote e non lo farò”

moratti thohirErick Thohir sarà nelle prossime ore a Milano. Si tratta di un viaggio molto importante, per la prima volta il presidente nerazzurro si fermerà per un lungo periodo (due settimane) e presenzierà ad una trasferta dell’Inter, quella di Firenze domenica sera. Molte le cose da fare, si parla del rinnovo della Pirelli come main sponsor, bisognerà chiarire le posizioni e eventuali responsabilità sulla tentata truffa subìta nei mesi scorsi, quando un millantatore si spacciò come emissario della Etihad promettendo una sponsorizzazione. (Continua sotto)

C’è poi l’eventuale rinnovo di Mancini (il contratto scade nel 2017) e bisogna spronare la squadra in vista del finale di stagione. Ma in questi giorni si è parlato anche di un possibile addio definitivo di Moratti, con Thohir che starebbe cercando nuovi soci, ma l’ex patron chiarisce qual è la sua posizione spiegando a Il Giornale, “Credo che sia tutto in relazione al prossimo arrivo di Erick Thohir, ma le assicuro che non ci sono novità di nessun tipo, fra noi c’erano e restano stima e rispetto, ci mancherebbe. C’era un accordo che prevedeva un mio potenziale disimpegno tre anni dopo la ratifica dell’acquisto da parte di Thohir. Cioè, se volessi, potrei cedere le mie quote ma, guardi, io sto bene così. Resta tutto nelle mie volontà, non si è mai parlato di obbligo. E non c’è alcun motivo per prendere una decisione. Se poi questa è una esigenza di Thohir, allora la prenderemo in considerazione, ma abbiamo sempre deciso tutto assieme. No, non ho nessuna intenzione di cedere le mie quote. Così come allo stesso tempo non avrei problemi a farlo.”  Insomma, nessuna intenzione di cedere le quote, a meno che non sia Thohir a chiederglielo direttamente.

2 thoughts on “Moratti: “Non ho nessun obbligo a cedere le mie quote e non lo farò”

  1. Moratti un presidente superstar, ricordo ancora le parole di stima di Thierry Henry che raccontava di come fosse rimasto poiacevolmrbte stupito i averlo visto arrivare allo stadio in bicicletta. Era un top player dell’Inter già di suo. Non mi stupirei se qualche sponsor fisse venuto solo per merito suo. Anzi è così di sicuro. Per dirne una ha preso Ronaldo e ha preso la Nike…

    1. Secondo me non è da sottovalutare il 20 anni di presidenza. Probabilmente il presidente tipo andava via al quarto con un Europa League. Ha veramente fatto tanto, secondo ha tra virgolette sbagliato in questo. Nel senso, per fare di meglio doveva fare di meno..

Lascia un commento