Pagelle

Le pagelle di Inter-Chievo 1-0

FC Internazionale Milano v AC Chievo Verona - Serie AHandanovic 6 Il Chievo zero tiri in porta, c’è comunque con un paio di uscite dove toglie la palla provvidenzialmente alle teste avversarie, in una in realtà c’era anche fuorigioco.

Nagatomo 7 Soldato inesauribile, gran volume di cross e proposte nel primo tempo, ma difetta in qualità, nella ripresa invece il vantaggio lo trasforma e offre due-tre giocate d’alta scuola, oltre alla spinta inesauribile.

Miranda 6 La vecchia volpe Pellissier lo mette in imbarazzo in tre circostanze nei primi venti minuti, poi ordinaria amministrazione, ma è suo l’assist “sporco” per il gol di Icardi.

Murillo 6 Duello tutto fisico con Inglese, regge l’urto e prevale nei pochi confronti in una serata tutto sommato tranquilla.

Telles 6 Come Nagatomo dall’altra parte anche lui tantissima spinta sulla fascia, ma ha le qualità per fare di più ed essere più preciso.

Brozovic 5,5 Continua a giocare con la testa tra le nuvole, sbaglia spesso il primo controllo allungandosi il pallone e perdendo palla, alcune volte in zone sanguinose del campo, per fortuna i compagni rimediano. Bene al tiro, dalla sua mattonella preferita fa partire un tiro a giro, su cui vola Seculin, e una punizione che sfiora l’incrocio. Strozzato un terzo tiro.

Medel 6 Più che i limiti tecnici, non ha il ritmo per dare fluidità alla manovra, lentissimo nel far girar palla, ma nella ripresa sa come rendersi utile con alcuni recuperi importanti.

Kondogbia 6 Male al tiro, ma per il resto è molto propositivo nella prima parte di gara, sia abbassandosi a prendere palla, sia andando finalmente in profondità, insomma finalmente una partita da mezz’ala, anche se si prende delle pause e avrebbe bisogno di una grande giocata per sbloccarsi.

Palacio 6,5 Mancini si affida nel momento difficile alla classe, all’esperienza e all’intelligenza di questo prossimo 34enne e viene ripagato con una grande prestazione.

Icardi 7 Una partita da capitano, finalmente i compagni lo cercano insistentemente e lui si fa vedere e lotta su ogni pallone. Traversa e parate di Seculin gli negano una goleada personale.

Eder 6,5 Sua la prima occasione della partita, prestazione convincente, non riesce ad essere sempre nel vivo del gioco come Palacio, ma anche lui non si limita a fare l’ala, ma è generosamente sempre in movimento. Nella ripresa si abbassa tantissimo per aiutare la squadra e riparte con un paio di contropiedi devastanti.

Ljajic sv

Jesus sv

Melo sv

Tags: , , , , , ,