SatirInter

La Caresseide

caressaDimentico che sulla Rai c’era il commento tecnico del grande Walter Zenga, mi appresto ad assistere ad Italia-Svezia sulle frequenze di Sky, che d’altra parte pago profumatamente con bonifico mensile. So già cosa mi aspetta, ma stento lo stesso a crederci, il megadirettore di Sky, Caressa, sembra fare una cronaca dal salotto di casa sua, siccome la partita è il nulla assoluto, inizia ad urlare anche solo se un giocatore azzurro avanza in fascia, e il problema è che ha caressizzato qualunque altro telecronista di Sky, tutti a urlare come degli ossessi o delle anatre strozzate, rimbombando non invitati nei salotti degli italiani. Ma la telecronaca coatta e cafona è solo un aspetto, perchè Caressa vuole fare anche il professore di arbitrologia e regolamento alla mano, postilla su ogni decisione arbitrale, poi s’inventa una testata ai danni di De Rossi stracciandosi le vesti, per fare marcia indietro dopo il replay. Non poteva mancare il commentino sogghignante sulle svedesi in tribuna con un Bergomi visibilmente imbarazzato al suo fianco. Ma su twitter impazza l’hashtag #Caressa, ecco i commenti degli internauti, val la pena di leggerli (leggi sotto):

“Ogni qualvolta Caressa pronuncia “Giaccherinho”, nel mondo muore il giornalismo sportivo”.

“Quando ti accorgi che Nando Martellini era gratis per ascoltarlo e Caressa lo paghi”.

“De Rossi ha preso una testata… No, una gomitata… No un colpo… Ah Caressa non si è fatto nulla.”

“Caressa il contismo fa schifo, bisogna dirlo con grande chiarezza.”

“La cosa più imbarazzante il commento di Caressa, forse sta guardando Italia-Brasile dell’82 nel monitor.”

“Ogni volta che Caressa pronuncia il nome Giaccherinho, un brasiliano di talento muore.”

“Sky, per i clienti da più di dieci anni, la telecronaca senza il fastidiosissimo Caressa”

“Caressa a tratti andrebbe denunciato per procurato allarme.”

“Caressa sta commentando il mondiale del 2006.”