Editoriali

Che fine ha fatto il discorso stadio?

Come da titolo. Che fine ha fatto il discorso stadio? Per anni ci hanno detto che l’instabilità societaria del Milan non permetteva all’Inter di sciogliere i nodi decidendo se costruire un nuovo stadio di proprietà o rimodernare San Siro facendolo tutto nerazzurro. Ora da mesi la situazione societaria dei cugini rossoneri si è stabilizzata, ma non si è più parlato di stadio. Eppure tutti hanno capito che nessuna società ambiziosa può fare a meno di uno stadio sempre pieno in grado di generare ricavi. Recentemente solo Gandler ha detto e non detto qualcosa, senza sbilanciarsi troppo, ma invece la questione è cruciale, urgente e centrale. San Siro così è fantastico, ma datato. Manca di tutto, ci sono solo quattro baretti, non è vivibile al di fuori di quell’atmosfera magica che però solo la sua parte interna, di campo, oltre alla passione dei tifosi, in 45mila con la squadra settima, è in grado di creare. Come diceva Spalletti? “Famo lo stadio”, beh tra un po’ potrebbe dirlo in milanese.