Storia

2017, 2007, 1997, Inter dov’eri?

L’incredibile rovesciata di Djorkaeff.

Dov’era l’Inter dieci, venti anni fa? Ce lo chiediamo in questi giorni, quando tutto è sospeso, quando ancora non sappiamo cosa ci riserverà il destino. L’Inter di Suning è tutta da costruire, ma andiamo con la memoria a dieci anni fa. Nel 2007 l’Inter di Mancini vinceva il secondo scudetto dei record, dopo quello del 1989, stracciando la concorrenza e dominando il campionato. Molto fu detto di quella stagione, che i nerazzurri vincevano senza avversari, che avevano rubato Ibrahimovic e Viera alla Juventus, ma proprio in questi giorni il noto agente Raiola ha rivelato che i bianconeri avevano deciso di vendere Ibra già da mesi, la dirigenza aveva rotto con lo svedese, che chiedeva un super contratto e non ne voleva sapere. Per quanto riguarda la mancanza di avversari, è vero quell’anno la Juve era in serie B, ma le altre c’erano, allora dovremmo contestare tutti gli scudetti vinti dalla Juve in anni in cui l’Inter non era all’altezza? Che avversari ha avuto la Juve in questi sei anni? Eppure nessuno ha delegittimato i suoi scudetti, perchè farlo con l’Inter? Nessuno risponderà a queste domande. E ora andiamo altri dieci anni indietro. Siamo nel 1997, altro anno positivo per i nerazzurri, che non vincono nessun titolo, ma raggiungono una serie di piazzamenti onorevoli, il terzo posto in campionato, la finale purtroppo persa in coppa Uefa e la semifinale in coppa Italia. La stagione viene fotografata dalla prodezza di Djorkaeff durante Inter-Roma, che segna in rovesciata e verrà immortalato nella tessera della stagione successiva. Una rovesciata mai vista, verticale, irripetibile. La squadra era di tutto rispetto, oltre al fuoriclasse già citato c’erano Pagliuca, Bergomi, Zanetti, Ince, Ganz (poi traditore), Zamorano, Il futuro direttore sportivo Branca e un vecchio Nicola Berti, ma in realtà il 1997 verrà ricordato per l’acquisto nell’estate del fenomeno Ronaldo, contornato da West, Simeone, el Chino Recoba, Sciuscià Moriero e Sartor. L’entusiasmo aveva superato i livelli di guardia, l’Inter di Moratti fece sessantamila abbonati, insomma sia il 2007 che il 1997 furono anni importanti, speriamo nel 2017.