Editoriali

Un mese per la vera Inter

santon.inter_.rispoli.palermo.2017.750x450

Mezz’ora di cattivi pensieri con variazioni sul tema, sogno o son desto. Come è possibile farsi imbrigliare da bravi ragazzi rosanero e da Ballardini, al massimo un onesto allenatore. Soprattutto il cattivo pensiero è stato che sono questi giocatori, questa Inter, che sta facendo uno scherzo cinese ai nuovi proprietari. Dopo la sosta per bere dovuta al caldo, un vero e proprio time out che dovrebbe esserci sempre nel calcio del duemila, De Boer ha detto qualcosa sia a livello tecnico che di rimproveri, riuscendo a scuotere i giocatori. Finalmente si è cominciata a vedere corsa, azioni, occasioni da gol. Ma dopo pochi minuti della ripresa ritornano i cattivi pensieri, con il Palermo che addirittura passa in vantaggio. Ci aspettiamo un vigorosa reazione, c’è una traccia di impegno, ma manca vera rabbia agonistica, soprattutto manca personalità. Speriamo allora che De Boer abbia ragione e ci vorrà un mese per vedere la vera Inter. Intanto meno male che c’è Candreva che pennella un cross per il pareggio di Icardi ed un altro per Eder per il vantaggio. E ora? Chiederemo a Brozovic se basta un adeguamento del contratto così risolveremo i problemi della squadra? La realtà è che abbiamo visto una squadra disordinata,che procede per improvvisazioni, ma con tifosi veramente appassionati che non si meritano simili risultati.