Noi, quelli con le idee chiare

mancini.inter.thohir.fassone.bolingbroke.2015.356x237 (1)Cari amici, in questi anni una delle frasi che ho sentito dire più spesso è stata “abbiamo le idee chiare per riportare l’Inter in alto”, al punto che sono giunto a pensare che il prossimo inno dell’Inter non sarà più “amala, pazza Inter”, ma “noi che abbiamo le idee chiare”, da cantare a squarciagola nel nuovo San Siro, che sarà pronto nel 2025. Confesso però una cosa: le idee chiare io non ce le ho, anzi da un po’ di tempo mi sento molto confuso. Eh sì, sarà perchè in questi mesi ho sentito frasi come “arriveranno dei top-players”, insieme a “sarà un mercato autofinanziato”, “ci vuole tempo”, oppure “lotteremo per lo scudetto già l’anno prossimo”, passando per “ci saranno cessioni dolorose” insieme a “Thohir investirà”. Non vi sentite un tantino confusi anche voi? E dove eravamo rimasti, “punteremo sui giovani”, ma anche “serve gente esperta”. E Mancini? “Thohir, mi dia due-tre giocatori e la porto a lottare per lo scudetto”. Due mesi dopo, “No senta Thohir, abbia pazienza, me ne dia otto di giocatori, che ho gente a cena”. Ma l’importante, non dimenticatelo, è avere le idee chiare.

1 thought on “Noi, quelli con le idee chiare

  1. Concordo, e Mancini da questo punto di vista ci sta mettendo il carico da 90… Troppe balle sta raccontando ai tifosi, troppe comparsate in tv , sta vivendo di rendita ancora dei bei tempi al City… tutta fuffa e poca sostanza questo nuovo Mancini, non mi sta piacendo per nulla!
    Per non parlare poi di Ausilio… che d’ora in poi lo chiamerò “l’opinionista”. Parla tranquillamente delle trattative di mercato, di questo e quel giocatore, le caratteristiche, i punti deboli, costa troppo!, ci interessa ma…
    Lo vedrei bene in quei salotti televisivi tipo telelombardia o 7 gold, dove la gran parte degli opinionisti fa finta di essere esperta di calcio… parlano di tutto e non dicono niente, ma soprattutto di calcio non sanno nulla!
    Fra l’altro Ausilio si trova a suo agio lì, c’è già stato quando raccontava del lavoro straordinario di Mazzarri e della sua sicura conferma… consiglio Ausilio di cambiare mestiere, il dirigente sportivo non fa per lui, è molto meglio come opinionista!!

Lascia un commento