Editoriali / Top

Quella palude nerazzurra

E’ tutto uno spalleggiarsi, sono bastati un paio di buoni risultati in trasferta e una vittoria in casa, esprimendo un gioco tutt’altro che esaltante e ritmi da scapoli e ammogliati, per far gonfiare il petto a molti in società e farsi complimenti a vicenda alla ricerca di una riconferma da Thohir. Dirigenti che non uscivano dal proprio ufficio da mesi si sono autocelebrati e hanno perorato la causa dei rinnovi dei soliti senatori (d’altronde più rinnovi ci sono, meno acquisti e meno lavoro ci sarà da fare), oltre a glorificare l’attuale allenatore, per il quale ci dicono che parla la carriera. Ma quale carriera? Una coppa Italia con il Napoli? O la vergognosa eliminazione dalla Champions prendendo quattro gol dal Chelsea? D’altronde è lo stesso dirigente che si vantava dell’interesse del Chelsea per Guarin, come se fossimo una provinciale che mette in vendita i pezzi migliori. E’ invece questa mentalità provinciale e conservativa, sostenuta da imbarazzanti marchettone redazionali, che Thohir deve spazzare via.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,