Editoriali

E ora?

eder alexSì, è vero, abbiamo soppravvalutato questa squadra. Siamo stati troppo tifosi e quel primo posto cullato nella prima parte di stagione ci ha fatto sognare. Ma ora i valori del campionato stanno emergendo prepotentemente, Napoli e Juve che si giocano lo scudetto, Fiorentina terza e Inter da quarto posto, con alle spalle Milan e Roma. E la rosa attuale rispecchia i valori, siamo una squadra da quarto posto, la Fiorentina ha più gioco e più tecnica, centrocampisti come Vecino e Borja Valero sono di gran lunga superiori a tutti i centrocampisti della rosa dell’Inter. E ora? A questo punto siamo a un bivio, dalla collocazione “naturale” di quarti possiamo o con uno sforzo immane strappare il terzo posto ai viola, oppure crollare facendoci superare anche da Roma e Milan e chiudendo settimi. La nostra storia, non si scappa, ci dice che la tendenza è quella di sbracare, da crisi così profonde difficilmente l’Inter si rialza e già si vede la solita seconda parte di stagione a cui l’Inter ci ha abituati negli ultimi anni. Sarebbe bello però se per una volta fosse il contrario. (Prosegue sotto)

honda jesusSarebbe anche bello che l’Inter avesse solo un problema, da eliminare per risolvere tutti i problemi, se fosse solo Mancini il problema, o il centrocampo senza piedi buoni, o gli attaccanti “fighette”, o la società o i tifosi che fischiano, o i giornalisti cattivi. No, a parte il fatto che ci sono alcuni elementi che proprio non sono da Inter, ma il problema non è nemmeno quello, così come ci vorrebbe un maggiore impegno da parte di altri elementi, Jovetic, Icardi e Brozovic, tanto per fare nomi, a volte sono indisponenti. Ma bisogna tracciare una riga e ripartire dalle cose semplici. Intanto chi gioca bene andrebbe fatto giocare, uno come Telles quante partite ha sbagliato fin qui? Nessuna, eppure non gioca quasi mai. Poi uno dei problemi principali è che i centrocampisti non riescono a servire gli attaccanti, serve un raccordo tra i due reparti, ci vuole un trequartista tra le linee, quindi basta con i 4-4-2 e i 4-3-3 lineari, ma ci vuole un 4-3-1-2 o 3-4-1-2, troppo sbilanciato invece il il 4-2-3-1. Poi bisogna evitare le mazzarate, cosa c’entra l’arbitro dopo una sconfitta del genere? Nulla. Mancini viene espulso perchè chiede un rigore che non c’era, a Icardi viene fischiato un rigore a favore per un mezzo fallo, a diversi giocatori dell’Inter viene abbonato il giallo così come ad Alex in occasione del rigore. Purtroppo non resta che cercare di rimediare ad una stagione iniziata con l’errore di vendere Kovacic, con una rosa assemblata male e costruita male, arrivando in gennaio a vendere un centrocampista per sostituirlo con… un altro attaccante. Speriamola!

Tags: , , ,