Considerazioni sparse sulla partita di ieri

Che fine ha fatto Ruben Botta? Credo che in molti si saranno chiesti perchè Mazzarri non ha buttato nella mischia Ruben Botta nel finale e perchè questo giocatore che così bene si era presentato sia scomparso dai radar nelle ultime tre settimane. La sua ultima apparizione risale al 1 marzo, 20 minuti con la Roma, poi il vuoto. Per lui finora 7 presenze in campionato, ma sempre entrando nel finale per un totale di soli 116 minuti giocati.

Però quel Baselli – Niente male questo giovane regista atalantino, capace anche di sganciarsi in fascia e servire un gran assist rasoterra. L’Inter lo seguiva qualche mese fa, poi non se ne è più parlato.

L’Atalanta in trasferta – Alla vigilia della partita Mazzarri ha presentato l’Atalanta come una squadra fortissima in trasferta, in realtà prima di ieri gli orobici avevano ottenuto appena otto punti in quattordici trasferte, con ben dieci sconfitte, due pareggi e appena due vittorie.

Prendersela con Guarin e Icardi – E’ lo sport preferito da Mazzarri, che a corto di argomenti ha attaccato ieri Icardi per l’esultanza con dedica a Wanda Nara, mentre Guarin, pur senza nominarlo, è stato incolpato della mancata marcatura su Bonaventura in occasione del gol-partita. Peccato che l’unico gol dell’Inter nasca dall’asse Guarin-Icardi e che il colombiano abbia messo davanti al portiere anche Jonathan, che ha sparacchiato sulla traversa.

9 thoughts on “Considerazioni sparse sulla partita di ieri

  1. Botta dove lo mette? Anche Mezzari lo dice, se ne metti uno devi levarne un altro, quello che non dice è che questo è un limite, si deve scendere a patti col monomodulo. Non è per attaccarsi a Mazzarri.. la Juve non è migliore di quella della scorsa stagione, e quella della scorsa stagione non è stata migliore a quella di due stagioni fa, nonostante gli inserimenti di Pogba, Tevez, etc, il salto di qualità non c’è mai stato (come fu nel Napoli di Mazzarri d’altronde…) e i motivi sono questi… perche se togli una pedina e metti un’altra pedina un vero cambiamento non c’è, è solo una crema antirughe…L’Inter del 2010 non lo avrebbe fatto quel che ha fatto se non avesse cambiato sistema di gioco… Molti dicono che nel calcio italiano c’è stata una regressione per il fatto che non ci sono più i campioni.. ma i campioni se li possono permettere poche squadre al mondo, le conti sulle dita di una mano quasi, non sono tutti Real Madrid e Barcellona… per me il calcio italiano è calato nei ranking specialmente per queste cose… Poi Conte e Mazzarri sono i migliori allenatori del campionato (…) e hanno questi limiti, gli altri vanno tutti a ruota e li copiano, cosi ci capita di vedere limiti dappertutto , solo decuplicati.. se i limiti li ha una Juventus, a maggior ragione poi li avrà un Torino o chi per lei… a livello triplicato pure.. è un casino…

  2. In altre parole, è inutile comprare a Conte e a Mazzarri dei giocatori… Sono sempre le stesse le loro squadre.. E noi non facciamo altro che parlare di giocatori… quanto fiato sprecato..

  3. “Non puoi sempre giocare come piace a te, ma come è meglio per la tua saquadra e per i tuoi giocatori” Mosè Mourinho l’ha detto, dopo aver separato le acque. Chi è stato all’Inter l’ultimo ad aver avuto l’umiltà /coraggio di farlo? Leonardo. Guarda caso è quello che ha ottenuto i risultati migliori… Secondo posto in lotta per il primo..

  4. Ieri Colantuono ha fatto una domanda molto interessante? Perchè Mazzarri allena l’inter e io non posso allenare una grande squadra? In effetti da quello che si è visto ieri ha pienamente ragione…
    Lui ha giocato un 4-2-3-1 senza paura attaccando molto sugli esterni, il calcio che si gioca in Europa, con discreti giocatori (a parte Bonaventura) ma niente di più. Comunque è venuto a Milano a giocarsela…
    Noi sempre col solito catenacciaro 5-3-2 sparagnino e poco spettacolare. E’ ora, secondo me, che qualche tifoso dell’inter a San Siro cominci a far presente la cosa magari con qualche striscione. Non possiamo andare avanti con Mazzarri anche la prossima stagione… Diamoci una bella svegliata!!

  5. Per quanto riguarda gli allenatori credo che l’egemonia di Conte e Mazzarri sulla serie A verrà sempre meno, con l’arrivo di Garcia e Benitez in Italia e l’emergere di allenatori come Montella e Donadoni già si vedono cose diverse, se poi Thohir prenderà un allenatore internazionale..

  6. Non per difendere Inter e Milan, ma per ridimensionare un po’ Conte e Mazzarri, c’è da dire che le milanesi in queste ultime due stagioni non hanno puntato allo scudetto, e non lo hanno fatto di loro iniziativa.. hanno pensato a far cassa, puntanto a un posto valevole per la Champions League… Quando il Milan non aveva ancora venduto i suoi giocatori migliori lo scudetto lo vinse la Juve ma all’ultima giornata, eravamo stati noi con Stramaccioni a spegnere i sogni di scudetto del Milan in quel derby di fine stagione vinto 4 a 2, mi sembra.. Cioè, non riesco a non pensare che Inter e Milan non abbiano un po’ agevolato questo loro “dominio”… Cmq non per difendere Inter e Milan… come la Juve vinse quello scudetto senza grandi giocatori, potevamo riuscirci pure noi,,, su questo va dato merito alla Juve,, però non direi “super, dominanti, wow, inchiniamoci”..proprio no.. Conte ha chiesto Tevez e co. per la Champions e stata uscendo al primo turno senza vittorie.. sarebbe stato record mi sa..”wow” non se lo meritano..

  7. Scusate per dare un po di coerenza ai commenti che ho scritto.. la migliore Juve di conte era la prima juve di conte.. paradossalmente più ha cercato di rinforzarsi coi giocatori meno è migliorata.. il modo in cui è uscita dalla Champions non possiamo dimenticarlo.. e ho letto pure che questa è la terza volta nelle ultime 5 stagioni che il Milan esce agli ottavi subendo 4 gol.. succedeva anche con thiago silva ibra van bommel nesta pirlo e boateng.. dunque non e tutta una questione di giocatori,,

Lascia un commento