Editoriali

La dura legge del mercato

Rieccoci online amici dopo una breve pausa, pronti a tuffarci nell’estate nerazzurra. Nel frattempo l’attesa per nuovi acquisti in casa Inter si è fatta estenuante e snervante, ma come vi avevamo detto, giugno andrà così. I primi acquisti arriveranno a luglio, anche se in questo mese erano previste alcune cessioni che non sono arrivate. Una situazione che può avere una duplice lettura, la difficoltà a vendere degli operatori di mercato, oppure la non necessità di svendere, che porta ad aspettare offerte migliori. Si riapre così l’annoso dibattito sul reale valore della rosa, che ogni anno il mercato sembra abbassare. Per Perisic il Manchester United non si è spinto oltre i 30 milioni, per Jovetic il Siviglia è restìo a muovere un riscatto e non sono venute alla luce altre offerte. Che fare dunque? Aspettare, consapevoli che la risalita sarà lunga e faticosa, a meno di una scintilla, un’amalgama giusto, nel calcio non si può mai sapere. Però, se arrivi settimo in campionato non puoi pretendere che il mercato valuti la tua rosa come una da scudetto. Servono investimenti importanti, qualità, idee chiare, tempi certi, ruoli definiti e tanta appartenenza.