Lettere a CalcioInter

Lettere a Calciointer, le cose belle e le cose brutte

Altra mail ricevuta che prontamente pubblichiamo, con ironia, dubbi, perplessità, ma anche speranze, torna a scriverci un nostro lettore, ecco la sua lettera:

Tifosi a Genova il 7 maggio 2017 / Foto Lapresse

Cari amici di CalcioInter.net,

ci penso da un po’ e non so bene cosa dire.
Forse è la prima volta.
L’approccio è chiaramente buono ma questo lo sapevamo.
Spalletti è insopportabile ma spinge. Almeno finché non inizia a litigare.
Il mercato?
La cosa peggiore: non abbiamo preso il centrale indispensabile però nel contempo abbiamo ceduto Murillo.
Ma come si fa a fare una gaffe del genere?
La cosa migliore: non abbiamo ceduto Perisic e ci siamo liberati di jojo.
Borja Valero è scoppiato da un paio d’anni (infatti a Roma ha fatto un 2-3 errori da nonnetto) ma comunque se il budget era zero cosa si poteva fare?
I centrocampisti buoni costano. Infatti Vecino che è uno da 5,5-6 l’abbiamo pagato 24.
Sinceramente sono un po’ deluso anche se l’impegno attuale mi piace.
Ma sappiamo entrambi che dal momento in cui non crederanno più nel coach saranno uccelli x diabetici.
E come si fa a presentare ancora Nagatiello? E la Rana?
Diamo la colpa al fair-play. Se non fosse quello il motivo sarebbe un problema molto molto serio.
Cancelo si è già “cancelato” da solo mentre Dalbert mi è piaciuto: ha già salvato 1 goal fatto.
Il Milan ha speso tanto ma 1 serio lo ha preso: Bonucci.
Avremmo dovuto puntarci noi. Quello ha voglia di vincere.
Speriamo in una buona stagione. Questo non sarà l’anno della Juve che resta davanti a noi di molto. Vincere 4-2 in rimonta anziché 3-0 secco è l’anticamera del fallimento.
Certo 2 partite non fanno testo ma Chiellini che dirige si.
Se il Napoli non vince lo possono ritirare dalla serie A.
Diciamo che Napoli, Milan, Juve sono sicuramente davanti a noi.
La buona notizia è che ne entrano 4 e se non salta fuori qualche outsider potremmo essere noi i quarti.
La roma con Di Francesco è fottuta.
Omar