News

Tg CalcioInter, Inter ok non paga la multa, Pioli: “Legato ai risultati”, Candreva: “zoccolo duro italiano”, Ze Elias contro Ag. Gabigol

Parleremo a parte del rinnovo di Ausilio, ufficializzato dalla società pochi istanti fa, intanto ecco news e dichiarazioni delle ultime ore nel mondo Inter –

INTER IN REGOLA CON L’UEFA

Con un orgoglioso comunicato l’Inter annuncia nel pomeriggio di oggi di aver rispettato il fair play finanziario e di non dover pagare nessuna multa al termine della stagione: “F.C. Internazionale ha ricevuto quest’oggi la comunicazione dall’UEFA e dal Club Financial Coltrol Body di aver raggiunto gli obiettivi stabiliti nel Settlement Agreement firmato nel 2015 di rientrare nei limiti dei 30 milioni di deficit per il periodo fiscale 2016. Grazie a questo risultato il Club non sarà soggetto al pagamento di ulteriori 7 milioni di euro, che sarebbero stati trattenuti dalle entrate. Rispetto al risultato del 2015, la società è passata da un deficit di 110 milioni al raggiungimento della quota stabilita con l’UEFA; stando al Settlement Agreement, il Club dovrà raggiungere il pareggio di bilancio entro giugno 2017”.

Fonte: Inter.it

CANDREVA: “ZOCCOLO DURO ITALIANO”

Nell’ultimo numero di Sportweek, l’esterno nerazzurro Candreva si è confessato, FcInter1908.it ha pubblicato alcuni stralci: “Alla Lazio ho passato anni fantastici e i tifosi mi hanno fatto sentire importante. Li ringrazierò sempre. Ma anche all’Inter società, compagni e tutto l’ambiente mi hanno accolto alla grande fin dal primo giorno. E’ un onore essere chiamati da una delle squadre più importanti d’Europa. Ed è importante che sia stato un italiano il primo giocatore scelto per far parte di un progetto che punta a vincere tutto: campionato, Coppa Italia e Champions. Non ho mai avuto idoli o poster attaccati in camera. Però mi è sempre piaciuto il giocatore di qualità, quello che fa meno gol ma più assist, giocate, accelerate. Per questo ammiravo Zinedine Zidane. Nel 2013 ho giocato invece contro il Brasile e mi ha impressionato Neymar. Mi ha messo in grande difficoltà. Ed era quattro anni fa, quindi ancora giovanissimo e con un margine di miglioramento enorme”. Chi prenderei tra gli Under 21? Kylian Mbappé del Monaco, 18 anni. Un fenomeno nelle partite di Champions contro il Manchester City. Italiani? In un gruppo con più italiani si riesce a creare uno zoccolo duro”.

PIOLI: “LEGATO AI RISULTATI”

Come ormai consuetudine da qualche settimana, alla vigilia di Fiorentina-Inter Pioli ha parlato con Mediaset, ecco le sue parole: “Sono fortunato perché siamo sostenuti al meglio dalla società, ma le cose non possono andare sempre bene,  io come tutti gli altri sono legato ai risultati e devo fare meglio possibile. Le voci cambiano da una settimana all’altra, ma non è cambiato il nostro modo di lavorare. Il nostro obbiettivo è quello di migliorare la posizione, di arrivare più in alto possibile in futuro di assestarsi nelle posizioni alte. Non siamo stati in grado di vincere una partita che dovevamo e potevamo vincere. In questi giorni abbiamo lavorato molto sulle palle inattive. Firenze non è una trasferta decisiva, ma è molto importante”.

ZE ELIAS: “AGENTE GABIGOL FA IL SUO MALE”

Finalmente qualcuno che decide di intimare uno stop alle continue esternazioni dei procuratori, lo fa l’ex interista Ze Elias, che attacca giustamente il procuratore di Gabigol, la cui ultima dichiarazione è stata che l’Inter avrebbe umiliato il suo assistito: “Le continue uscite di Wagner Ribeiro servono solo a danneggiare Gabigol. Lui parla qui in Brasile, ma poi le frasi giungono in Italia e chi è che si trova in Italia? Il ragazzo, su cui queste frasi si ripercuotono. Gabigol si sta ambientando, l’Inter ha scommesso su lui, ma è un giocatore giovane, lo stanno preparando per il futuro, in Brasile giocava con una certa mentalità, un certo trattamento. In Italia è diverso, in Italia deve conquistarsi il posto, deve dimostrare ogni giorno di meritare spazio. Wagner è il suo agente, deve parlare con il presidente, con il direttore sportivo ma non lasciarsi andare a dichiarazioni di questo tipo”.

Fonte: ESPN

Nelle foto dall’alto al basso: Il patron Zhang, Candreva, Pioli e Ze Elias nel 1998 con la Coppa Uefa.