Stramaccioni e Branca al capolinea

Moratti si è espresso ieri su Strama e Branca così: “Per conto mio diciamo che mi sta bene così ma con risultati diversi”. Dal morattese all’italiano questa frase si traduce “O arriviamo terzi o saltano Strama e Branca”. E siccome non arriveremo mai terzi, possiamo considerare conclusa l’esperienza di Stramaccioni e probabilmente di Branca all’Inter.  Se per il secondo si tratterebbe di una conseguenza abbastanza logica dopo aver fallito per quattro sessioni di mercato consecutive, per Stramaccioni il discorso è diverso. Arrivato un anno fa con le credenziali di tecnico preparatissimo, ma ovviamente inesperto, le cose sono due: O si è cambiato idea e ora lo si considera un incapace, oppure non si capisce che senso ha avergli fatto fare un anno di esperienza per poi lasciarlo a casa. Con tutto che sono il primo a dire che Stramaccioni è in confusione e sbaglia formazioni da due mesi, il problema di fondo è un altro, ed è che dal dopo Mourinho questa società è tornata ad essere una mangia-allenatori, siamo in prossimità del sesto cambio di allenatore in poco più di due anni e del quarto esonero (Leonardo lasciò l’Inter per sua scelta di accasarsi a Parigi).  Ma chi se li mangia gli allenatori? Sicuramente Benitez e Gasperini vennero boicottati dalla squadra, nessuno o quasi li seguiva, sullo spagnolo Eto’o ebbe a dire alcune cose in proposito. Con Ranieri e Stramaccioni siamo in presenza di una squadra che non ce la fa più prima di tutto fisicamente, a fronte di un presidente che ancora all’indomani dell’estemporanea vittoria di Catania parlava di senatori “insostituibili” e dopo la disfatta di Tottenham ha timidamente aperto ad un ricambio generazionale, da farsi con grande “pazienza” e “calma”. Ma ulteriore impressione è che Stramaccioni non sia più seguito anche lui dallo spogliatoio. Sarebbe un bel ringraziamento nei confronti di uno che li ha difesi a spada tratta (pure troppo) dalle giuste critiche.

,

5 thoughts on “Stramaccioni e Branca al capolinea

  1. Elementare Watson!….Tutto già previsto!!!
    Sono letteralmente schifato!
    Mou non si siederebbe nemmeno in panchina con questi cadaveri! E non essendo abituato a lavorare con “merce scaduta” starebbe lottando per non retrocedere!
    Non mi sembra che Strama abbia i Maicon, Eto’o, Sneijder, Milito, Balotelli, Lucio di 3 anni fa, etc,etc…
    Speculare sulla ingenuità dei tifosi dove ognuno si sente grande allenatore da formulare formazioni ad ogni colpo di vento, è semplicemente vomitevole! Zanetti e compagni, non possono seguitare a fare il bello e cattivo tempo: hanno illuso un ragazzo e poi lo hanno buttato nel tritacarne. Ho ancora impresse le lacrime di Ranieri. Con un altro allenatore, Zanetti si assicura, politicamente, un altro anno per cercare di superare il record di Maldini. Ma a me di questo, non me ne frega un cazzo!!!Seguitare a perdere il proprio tempo per questo merdaio non ne vale assolutamente la pena! RIPETO: SONO LETTERALMENTE SCHIFATO!!!!

  2. l’inter è da tempo in coma profondo. Il progetto iniziale era interessante
    : un allenatore giovane che dicevano fosse senza esperienza ma preparato. Giocatori giovani che avrebbero dovuto sostituire gli eroi della triplete. LE COSE sono andate diversamente. I sostituti
    mediocri,gli infortuni innumerevoli. La società senza un assetto è naufragata.
    Non si è mai vista un’ossatura o un nucleo su cui modellare una squadra compatta.
    Lo spettacolo è ormai penoso .Urge staccare la spina !!!

  3. Ciao ermanno!

    Purtroppo il progetto è rimasto solo sulla carta, i giovani sono quasi tutti stati messi in disparte, l’allenatore si è perso per strada, sono stati spesi fior di milioni per bidoni come pereira, Moratti si sta guardando intorno in cerca di un acquirente..

Lascia un commento