Scudetto e Hernanes, Mancini vuole fare uno scherzetto alla Juve

mancini modena 2Mancini crede fermamente in questo gruppo e le prime due vittorie in campionato – nonostante le difficoltà nel gioco – hanno confermato le sue convinzioni. Le analisi fatte con i suoi collaboratori nello spogliatoio di Modena, che siamo in grado di riportarvi fedelmente, dicono che con due ulteriori innesti l’Inter può vincere lo scudetto, almeno questa è la convinzione che si respira in casa nerazzurra. Mancini chiede un altro attaccante e un centrocampista per raggiungere l’obbiettivo, mentre è convinto di fare uno scherzetto alla Juventus rifilandogli Hernanes, giocatore in cui il tecnico jesino non crede al punto da pensare che possa indebolire i campioni d’Italia. Quindi ora tutto è nelle mani di Ausilio e Fassone, che hanno ancora quattro ore per portare a segno il piano perfetto. Eccesso di ottimismo? Solo il campo lo potrà dire.

5 thoughts on “Scudetto e Hernanes, Mancini vuole fare uno scherzetto alla Juve

  1. Cerco di essere il più equilibrato possibile. L’operazione Hernanes è un’operazione folle per diversi motivi…ha dimostrato poco all’inter ma non possiamo discutere le qualità tecniche del giocatore. La juve ha fatto un mercato lacunoso e noi l’ultimo giorno di mercato andiamo a rinforzare una diretta concorrente con un giocatore non certamente scarso. Batte molto bene i calci piazzati e ti può risolvere la partita su palla da fermo.
    Lo avessimo ceduto all’estero era un altro discorso…ma fare un regalo del genere al contestatissimo Marotta è da dilettanti allo sbaraglio.
    Purtroppo sento molti trombettieri di regime magnificare il mercato dell’inter… la realtà è molto diversa!
    E’ stato un mercato dettato dai capricci dello jesino e puntualmente il gatto e la volpe hanno eseguito i suoi ordini senza fiatare!
    Siamo andati a prendere Montoya (bocciato dopo due giorni da Mancini) a adesso siamo andati a prendere in Turchia Melo e Telles solo perchè il sopravvalutato di Jesi li conosce bene…come conosceva bene Shaqiri e Podolski…
    Abbiamo ceduto i due giocatori più tecnici in rosa insieme a Jovetic. Kovacic (il real ringrazia sentitamente) e adesso questo regalo di fine mercato alla juve di cui ne avremmo fatto tutti volentieri a meno. Voto al mercato 5! Jovetic, Perisic e Kondogbia non bastano a colmare le lacune di un mercato dove, come al solito abbiamo preso qualche pippa di troppo (Montoya, Melo e Telles). Ljajic è un mezzo giocatore, discontinuo e che non ha mai fatto la differenza.
    Pesa sul voto negativo, oltre a quest’ultimo giorno di mercato a mio giudizio disastroso, anche la cessione del talento cristallino Kovacic e di quest’ultimo imperdonabile regalo che abbiamo fatto ad una nostra diretta rivale con Hernanes.

  2. Se posso permettermi c’è il solito istinto interista di giudicare subito….aspettiamo il campo per favore! Hernanes a 11+2 di bonus e’ qualcosa di grandioso perché a 30 anni non fa la differenza e anzi era un peso. Con Atalanta e carpi manco mi sono accorto che entrasse incampo! Mateo straordinario a parole e non l’avrei venduto pero’ ti ha permesso di prender due difensori e kondogbia! Io aspetterei sia a bocciare sia a promuovere in Toto! E comunque ljajic e’ almeno capace di dare l’esterno e corre…hernanes 30 anni e lenteezza terribile. Ha segnato una punizione in 2 anni tra l’altro,e se la mettiamo così ha ciccato più corner lui di tutti

    1. Condivido ciò che scrivi. Mercato da grande squadra come non si vedeva dall’estate 2009, con una bella sinergia allenatore e società. Adesso deve parlare il campo. Chi mette i soldi ha il diritto e il dovere di fare delle scelte. Vedremo se nascerà una nuova grande squadra o se finirà male anche questa stagione. Qualcosa si e` fatto però, e io sono felice di questo.

  3. il discorso è che sono solo tre posti per la Champions.. credo che l’avrebbe ceduto la maggioranza dei tifosi, però nel mondo ci sono tante squadre.. proprio a una che lotta per quei dannati tre posti dovevano darlo?? 🙂 che sia stato in flop è certo, ma è vero che gli basta anche un calcio di punizione per farti vincere una partita.. rischioso lo è..

    1. poi flop è anche relativo, abbiamo sbagliato noi a considerarlo non un valore aggiunto, ma uno che ci deve salvare la pelle.. per dire, nel Brasile ce l’ha Neymar quel ruolo.. lui ha altri compiti.. invece noi vogliamo fare le cose al contrario e dare quei compiti a lui, a nagatomo, a guarin.. qui sta l’errore secondo me

Lascia un commento