Partita

Sassuolo e Gervasoni affondano l’Inter

palacio brozo sassuoloIl Sassuolo batte l’Inter 3-1, nerazzurri che chiudono la stagione con l’ennesima sconfitta in trasferta, undicesima complessiva. Ecco la cronaca: E’ proprio l’ultima, questa sera si mette la parola fine al campionato 2015/16, l’Inter è matematicamente quarta, ma come si dice in questi casi deve onorare il campionato, puntando magari a centrare i settanta punti. Di fronte c’è il Sassuolo, che ha ben altri obbiettivi, visto che vincendo potrebbe centrare la sua prima qualificazione all’Europa League. Ma ecco le formazioni ufficiali, si gioca alle 20.45 al Mapei di Reggio Emilia:

SASSUOLO: 47 Consigli; 23 Gazzola, 28 Cannavaro, 15 Acerbi, 13 Peluso; 6 Pellegrini, 4 Magnanelli, 32 Duncan; 16 Politano, 92 Defrel, 17 Sansone.
A disposizione: 1 Pomini, 79 Pegolo, 3 Longhi, 5 Antei, 7 Missiroli, 8 Biondini, 9 Falcinelli, 29 Trotta.
Allenatore: Eusebio Di Francesco

INTER: 30 Carrizo; 33 D’Ambrosio, 24 Murillo, 5 Jesus, 12 Telles; 77 Brozovic, 83 Melo, 7 Kondogbia; 23 Eder, 10 Jovetic, 8 Palacio.
A disposizione: 98 Radu, 11 Biabiany, 21 Santon, 27 Gnoukouri, 28 Della Giovanna, 29 Miangue, 34 Bonetto, 55 Nagatomo, 92 Baldini, 96 Gyamfi, 97 Manaj, 99 Correia.
Allenatore: Roberto Mancini

Arbitro: Gervasoni
Assistenti: De Luca, Fiorito
IV uomo: Longo
Assistenti addizionali: Valeri, Doveri

Primo tempo gradevole, l’Inter ha un gioco non disprezzabile, ma dietro senza il filtro di Medel e la guida di Miranda è un colabrodo e il Sassuolo va in rete tre volte con tre tiri in porta, ma c’è il gol di Palacio a tener vive le speranze. La fiera degli orrori comincia al 5′, quando Brozovic non è sufficientemente determinato al contrasto, Jesus si fa anticipare come un pollo da Defrel, che serve Politano, il tiro è deviato da Murillo e spiazza Carrizo, Sassuolo in vantaggio. L’Inter gioca con il 4-3-3, ma in fase offensiva può diventare un 4-4-2 con Brozovic che si allarga a destra e Palacio e Jovetic che fanno coppia d’attacco con Eder che rimane largo a sinistra, oppure è Jovetic a fare l’ala sinistra ed Eder a fare coppia con Palacio. Si vedono bei movimenti, belle trame, ma si sbaglia sempre l’ultimo passaggio o la conclusione, facendo fare un figurone a Consigli. Dietro c’è una voragine tra il centrocampo e la difesa e i neroverdi si inseriscono tra le linee agilmente, poi altro errore difensivo, questa volta è Murillo a replicare l’intervento kamikaze già visto all’andata che procurò il rigore al 94′, qui invece l’intervento maldestro dà il via all’azione del raddoppio, con D’ambrosio e Telles che stringono troppo, Duncan che serve l’assist per Pellegrini, che insacca. Quanti rimpianti nel vedere giocare Duncan! Comunque Brozovic ruba palla a Magnanelli e mette davanti a Consigli Palacio, che con un colpo da biliardo realizza. Ma il Sassuolo nel finale di tempo trova il terzo gol, sugli sviluppi di un corner che trova i due terzini Telles e D’ambrosio a destra e il solo Jesus a presidiare la sinistra, il cross dal fondo trova impreparati Murillo e Telles con Politano che li beffa di testa. (Continua sotto)

La ripresa non si è mai praticamente giocata, sono infatti saliti in cattedra il fenomeno Gervasoni e i suoi 18 collaboratori (molti dei quali finalmente con la moviola in campo saranno disoccupati), prima annullando un gol regolarissimo a D’ambrosio per un fuorigioco inventato e decretato quando ormai le squadre erano già a metà campo, poi espellendo Murillo per una banale protesta che i vari Totti, Bonucci e Gattuso con lo stesso metro di giudizio sarebbero stati espulsi tutte le domeniche nella loro celebrata carriera. Finisce così con le squadre che attendono solo il fischio finale, Mancini ne approfitta per far esordire Radu e Della Giovanna, poi tutti a casa con il Sassuolo che festeggia lo storico sesto posto e la qualificazione in Europa League per la prima volta nella sua storia. Per l’Inter non cambia nulla, si chiude al quarto posto, ora appuntamento al 20 agosto.

SASSUOLO-INTER 3-1
Marcatori: Politano (6′, 39′), Pellegrini (26′), Palacio (32′),

SASSUOLO: 47 Consigli; 23 Gazzola, 28 Cannavaro, 15 Acerbi, 13 Peluso; 6 Pellegrini (74′ Missiroli 7), 4 Magnanelli, 32 Duncan; 16 Politano (80′ Biondini 8), 92 Defrel (51′ Falcinelli 9), 17 Sansone.
A disposizione: 1 Pomini, 79 Pegolo, 3 Longhi, 5 Antei, 29 Trotta.
Allenatore: Eusebio Di Francesco

INTER: 30 Carrizo (72′ Radu 98); 33 D’Ambrosio, 24 Murillo, 5 Jesus, 12 Telles; 77 Brozovic, 83 Melo, 7 Kondogbia (70′ Nagatomo 55); 23 Eder, 10 Jovetic, 8 Palacio (82′ Della Giovanna 28).
A disposizione: 11 Biabiany, 21 Santon, 27 Gnoukouri, 29 Miangue, 34 Bonetto, 92 Baldini, 96 Gyamfi, 97 Manaj, 99 Correia.
Allenatore: Roberto Mancini

Ammoniti: Telles (22′), Magnanelli (31′), Brozovic (55′), Murillo (59′), Duncan (67′), Jesus (67′), Cannavaro (85′)
Espulsi: Murillo (60′)

Recupero: 1′ – 2′

Arbitro: Gervasoni
Assistenti: De Luca, Fiorito
IV uomo: Longo
Assistenti addizionali: Valeri, Doveri

Tags: ,