Partita

Poca personalità, zero a zero ad Empoli

empoli-inter 0-0L’Inter impatta ad Empoli 0-0. Per l’Empoli il quarto zero a zero consecutivo (sarebbe stato contento Gianni Brera), per l’Inter il quinto risultato utile consecutivo. L’Inter è costretta a far sfogare l’Empoli per tutta la prima frazione di gioco e larghi tratti del scondo tempo, limitandosi a qualche azione frammentaria dovendo invece subire le tante azioni dell’Empoli, una delle squadre più interessanti della serie A.

Se con il Genoa i nerazzurri avevano affrontato una squadra che gioca in ampiezza, la squadra di Sarri è stretta e corta, i giocatori sono a non più di tre metri l’uno dall’altro e i cambi di gioco sono rapidissimi, mancano sempre però misura e tempi nell’ultimo passaggio, se i toscani avessero un rifinitore sarebbero in lotta per la Champions. Nel primo tempo l’unica palla in verticale precisa la mette Vecino per il taglio sinistra-destra di Pucciarelli, ma la diagonale di Campagnaro è perfetta, con l’argentino a sbilanciare di mestiere l’attaccante al momento del tiro. Handanovic è così impegnato solo con un tiro da lontano di Hysaj (interessantissimo terzino destro) e in un paio di uscite. Per l’Inter invece solo un tiro fuori di Guarin, tanti i giocatori in ombra, i trequartisti non pressano e non fanno movimenti senza palla, Guarin non si propone e il primo tempo si chiude sullo 0-0. Tanto lavoro invece per il portierone nerazzurro nella ripresa con tre interventi decisivi. podolski sbuffaL’Inter sembrava aver iniziato il secondo tempo con un piglio migliore, rischierata da Mancini con un 4-4-2 iperoffensivo con Palacio a sinistra, Hernanes a destra e Podolski a ridosso di Icardi. Ci sono due occasioni anche per l’Inter, Vidic non sfrutta un’uscita a vuoto di Sepe e Palacio non coglie bene l’assist di Hernanes. Mancini toglie Icardi e inserisce Kovacic mettendolo dietro a Palacio che va a fare la prima punta con Podolski che torna a sinistra e Hernanes a destra. Nella fase centrale del secondo tempo però l’Empoli schiaccia l’Inter, che non riesce ad uscire palla a terra con Handanovic costretto a rinviare lungo per il pressing dell’Empoli su difensori e mediani con nessun giocatore dell’Inter che si smarca (facendo arrabbiare Mancini). Nel finale i nerazzurri provano a rientrare in partita con il cambio Shaqiri-Podolski trovando meglio la quadra con un 4-3-1-2 (Guarin interno destro, Medel al centro, Hernanes interno sinistro e Kovacic alle spalle di Palacio e Shaqiri), ma il tiro di Shaqiri è rimpallato e quello di Hernanes strozzato fuori.

EMPOLI-INTER: 0-0

Inter: Handanovic; Campagnaro, Ranocchia (1′ st Andreolli), Vidic, D’Ambrosio; Medel, Guarin; Hernanes, Palacio, Podolski (29′ st Shaqiri); Icardi (15′ st Kovacic).

A disposizione: Carrizo, Berni, Kuzmanovic, Obi, Dodò, Mbaye, Krhin, Donkor, Bonazzoli.  Allenatore: Roberto Mancini.

Empoli: Sepe; Barba, Tonelli, Rugani, Hysaj; Vecino, Valdifiori, Croce; Verdi (20′ st Zielinski); Pucciarelli (39′ st Tavano), Mchedlidze (26′ st Maccarone).

A disposizione: Pugliesi, Bassi, Laurini, Bianchetti, Moro, Rovini, Laxalt, Signorelli.  Allenatore: Maurizio Sarri

Arbitro: Doveri Ammoniti: Mchedlidze, Vidic, Medel Assistenti: Cariolato, Fiorito  IV uomo: Giallatini  Assistenti addizionali: Orsato, Pairetto

Tags: , , , , , , ,