Partita

Di tutto di più, ma alla fine è pari tra Torino e Inter

candreva esulta 2Toro e Inter impattano sul 2-2 in una gara scintillante, ricca di episodi nel secondo tempo, ma già intensa nel primo tempo. Rammarico per l’Inter che in vantaggio con Kondogbia si fa raggiungere subito subendo gol su calcio d’angolo. Poi Toro a lungo meglio a cavallo dei due tempi: corsa, ma anche meno errori commessi, portiere a parte, la partita dell’Inter è invece difettosa nei dettagli e l’impressione è che i nerazzurri non abbiano gestito le forze partendo troppo forte, poi però è il Torino a esaurire le energie nel quarto d’ora finale, inoltre la mossa suicida di Mihajlovic che toglie un centrocampista e inserisce Maxi Lopez, regala praterie ai nerazzurri che falliscono quattro occasioni a ridosso del 90′ e nei minuti di recupero.

Nello stadio Olimpico, ridenominato Grande Torino, tutto esaurito (7000 i tifosi interisti presenti), si affrontano due squadre in splendida forma, l’Inter attacca in otto e si difende in dieci ricompattandosi, lo stesso fa il Torino, che come promesso da Mihajlovic affronta a viso aperto la sfida. Primi dieci minuti intensissimi, con i nerazzurri che partono fortissimo sotto la spinta di Gagliardini e Kondogbia, risponde il Toro con le folate sulla destra di Zappacosta e Iturbe, ben rintuzzati da Perisic e Ansaldi – che poi ripartono – con il provvidenziale aiuto di Miranda. Grande mole di gioco, la squadra di Pioli però non produce il consueto gran numero di tiri, ma va in gol con un’azione alla Adriano dei tempi migliori di Kondogbia, aiutato anche dall’intervento difettoso di Hart. Immediato però il pareggio del Toro su calcio d’angolo, Moretti spizza di testa anticipando D’ambrosio e Baselli abbandonato da Perisic tutto solo al limite dell’area piccola può correggere in rete. Nella seconda parte del primo tempo meglio il centrocampo del Toro con Baselli e Acquah che prendono alle spalle Gagliardini e Kondogbia, mentre Lukic si sgancia in avanti non seguito da Banega, dall’altra parte l’esperienza di Moretti e Molinaro limita Icardi e Candreva. Si chiude la prima frazione sull’1-1.

candreva kondoLa ripresa inizia apparentemente sulla falsa riga del primo, il ripiego delle rispettive ali ad aiutare i terzini, la spinta delle mezz’ale e i due attesissimi centravanti nella morsa degli esperti difensori centrali sembrano un po’ soli. Poi però prende il soppravvento il Toro, Baselli e Acquah tornano a spingere in maniera incontenibile, Ljajic e Iturbe stringono di più, ma sopratutto s’infortuna Medel, che è costretto a lasciare il campo, al suo posto Murillo. E la differenza si vede subito, il colombiano concede due metri a Belotti che è libero di lanciare il contropiede, finalizzato da Acquah. L’Inter però ha una grande reazione, entra Eder al posto di Banega e l’italo-brasiliano ha subito un forte impatto sulla partita, Hart si riscatta su Icardi, poi gran cross di Ansaldi e invece il portiere granata a vuoto goffamente, Candreva insacca. C’è ancora mezz’ora da giocare e il finale è scoppiettante, Mihajlovic cambia le ali inserendo Boyè e Iago Falque, alternanza di predominio da una parte e dall’altra, prima Acquah e Baselli sembrano a tratti inarrestabili, poi Kondogbia e Gagliardini riprendono fiato riemergendo, finale nettamente nerazzurro con Brozovic al posto di Kondogbia e Maxi Lopez al posto di Lukic per un 4-2-4 granata che appare avventato, i padroni di casa non ce la fanno più e l’Inter chiude la partita fallendo almeno quattro palle gol clamorose, tre volte con Perisic.

TORINO-INTER 2-2

TORINO: 21 Hart; 7 Zappacosta, 13 Rossettini, 24 Moretti, 3 Molinaro; 8 Baselli (85′ 11 Maxi Lopez), 25 Lukic, 6 Acquah; 19 Iturbe (70′ 14 Falque), 9 Belotti, 10 Ljajic (65′ 31 Boyè). In panchina: 1 Padelli, 90 Cucchietti, 4 Castan, 15 Benassi, 16 Gustafson, 18 Valdifiori, 23 Barreca, 29 De Silvestri.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 17 Medel (57′ 24 Murillo), 25 Miranda, 15 Ansaldi; 5 Gagliardini, 7 Kondogbia (76′ 77 Brozovic); 87 Candreva, 19 Banega (60′ 23 Eder), 44 Perisic; 9 Icardi. In panchina: 30 Carrizo, 2 Andreolli, 6 Joao Mario, 8 Palacio, 11 Biabiany, 20 Sainsbury, 21 Santon, 55 Nagatomo, 77 Brozovic, 96 Barbosa.
Allenatore: Stefano Pioli

Arbitro: Banti. Assistenti: Dobosz, Fiorito. IV uomo: Di Fiore. Assistenti addizionali: Rocchi, Mariani.

Note
Ammoniti: Maxi Lopez (T)
Corner: 4-8
Recupero: 1°T 0′, 2°T 6′.

Tags: