SatirInter

Piove, Mazzarri piange

Mazzarri e Frustalupi sotto la pioggia

Mazzarri e Frustalupi sotto la pioggia

Testa bassa, occhi puntati sulla punta delle scarpe, così si presenta Mazzarri in sala stampa, ma non si pensi che per questo non rinunci al suo repertorio, anzi riesce a snocciolare una scusa al secondo, stasera punta al record di scuse, ma c’è ne è una nuova, la dice piano, ma non meno convinto, tra un “abbiamo tanti giovani da far crescere” e una lamentela sull’arbitro, dopo un “giochiamo sette partite ogni due giorni”, Piangiarri tira fuori l’inverosimile, eccola: “E poi ha iniziato a piovere”. Sì, a piovere, ma è fantastico, lui è l’allenatore dell’Inter, parla davanti a milioni di tifosi e riesce a inventarsi la scusa della pioggia. Ma com’è andata, cioè Frustalupi sul 2-2 gli ha detto “potrebbe andare peggio”, e Mazzarri “come?”, “potrebbe piovere”. E giù a catinelle. Ma è un Mazzarri amaro, che dice anche “io sarei ottimista, poi se non si ha pazienza, non so..”. Siamo noni, un po’ di pazienza, suvvia! Ma lui accetta le critiche, “siamo in democrazia” sospira, ma si vede che non gli piace.

Tags: , , , , , , , , , , , ,