Partita

Perisic da cineteca, pari con il Bologna

perisic-bolognaBuona gara tra Inter e Bologna, due squadre che mirano al controllo della partita e alla fine pareggiano con Perisic che risponde a Destro. Più occasioni per l’Inter, che non trova la zampata finale.

L’Inter parte forte con un pressing alto, ma il Bologna ha il palleggio per uscirne e risponde con le stesse armi, pressing, linee vicinissime e raddoppi di marcatura a centrocampo. Nel primo tempo per agonismo sembra una partita di Premier, solo il portiere del Bologna Da Costa ha un atteggiamento sbagliato con continue perdite di tempo che gli costano il giallo. Ma soffrono i centrocampisti dell’Inter, Banega è sistematicamente raddoppiato, ma è da una palla persa da Kondogbia che nasce il break vincente del Bologna con Verdi che dribbla i due centrali dell’Inter e serve il liberissimo Destro, tiro debole e centrale, ma Handanovic è battuto. Fino al 25′ gioca meglio il Bologna, anche se il potenziale offensivo dell’Inter già si vede ogni volta che i nerazzurri arrivano nei pressi dell’area di rigore, ma Maietta prende tutti i cross. Poi la squadra di De Boer inizia a guadagnare metri e a rosolare i bolognesi, prima senza creare, ma con il Bologna schiacciato in area, influisce anche la decisione di togliere Kondogbia per inserire Gnoukouri, che è più rapido, profondo e preciso nel far girare il pallone. Kondogbia lascia il campo prendendo direttamente la via degli spogliatoi, ma il pubblico capisce il momento difficile e lo applaude, anche se c’è pure qualche fischio. Il pareggio è di Perisic, al suo terzo tentativo in area, servito da una stupenda palombella di Candreva, realizza incrociando di piatto piazzandola al volo! Dopo il pari è calcio spettacolo con due altre giocate al volo di Candreva e Icardi, una parata da Da Costa e l’altra fuori di poco. Purtroppo l’arbitro fischia la fine del primo tempo anche se negli ultimi due minuti riemerge il Bologna. (Leggi il secondo tempo sotto)

La ripresa è completamente diversa, si gioca a ritmi molto più bassi, nel primo quarto d’ora l’Inter comunque appare sicura e il gol sembra poter arrivare da un momento all’altro, il Bologna però nella fase centrale del tempo riprende il controllo addormentando la partita, l’ingresso di Pulgar dà più solidità al centrocampo, mentre il cambio Banega-Eder non sortisce particolari effetti. A un quarto d’ora dal termine però il Bologna sembra stremato, forse pagando quei primi 25 minuti fortissimi, è il momento di Gabigol, accompagnato da continue ovazioni, ma l’uscita di Candreva per fargli posto toglie concretezza alla manovra e anche Perisic cala, il Bologna sembra stramazzare da un momento all’altro, ma poi riesce ad insinuarsi nella metà campo avversaria con delle ripartenze intelligenti, scampoli finali con occasioni da una parte e dall’altra, Verdi libera Dzemaili, ma Handanovic si distende respingendo il diagonale, poi Icardi “buca” la palla del 2-1 al 93′ e al 95′ Ranocchia manda fuori di testa da buona posizione. Finisce con un giusto pareggio. Una buona gara.

INTER-BOLOGNA 1-1
RETI
: 14′ Destro (B), 38′ Perisic (I)
INTER: 1 Handanovic; 21 Santon, 25 Miranda, 13 Ranocchia, 95 Miangue; 17 Medel, 7 Kondogbia (28′ 27 Gnoukouri); 87 Candreva (74′ 96 Barbosa), 19 Banega (65′ 23 Eder), 44 Perisic; 9 Icardi. In panchina: 30 Carrizo, 5 Melo, 8 Palacio, 10 Jovetic, 15 Ansaldi, 33 D’Ambrosio, 55 Nagatomo, 94 Yao.
Allenatore: Frank de Boer

BOLOGNA: 1 Da Costa; 4 Krafth (80′ 25 Masina), 28 Gastaldello (63′ 2 Oikonomou), 20 Maietta, 35 Torosidis; 16 Nagy (53′ 5 Pulgar), 8 Taider, 31 Dzemaili; 9 Verdi, 10 Destro, 11 Krejci. In panchina: 34 Ravaglia, 97 Sarr, 7 Mounier, 15 Mbaye, 17 Donsah, 18 Helander, 22 Rizzo, 24 Ferrari, 26 Floccari.
Allenatore: Roberto Donadoni

Arbitro: Celi. Assistenti: Cariolato, Alassio. IV uomo: Lo Cicero. Assistenti addizionali: Giacomelli, Saia

Note
Spettatori: 42.274
61′ Espulso dalla panchina dell’Inter Kreek, assistente di De Boer
Ammoniti: Gastaldello (B), Da Costa (B)
Angoli: 9-4
Recupero: 1°T 1′, 2°T 5′.