Pagelle

Pagelle di Inter-Tottenham 4-1, perchè Cassano non corre sempre così?

Handanovic 7 E l’unica vera certezza del momento. Non si fa sorprendere dal tiro a giro di Sigurdsson, poi esce abbastanza bene di pugni. Salva la porta nel finale su un tiro dalla distanza portando la squadra ai supplementari. Un po’ sorpreso da un colpo di testa di Vertonghen, comunque se la cava anche in questa circostanza.

 

Jonathan 6 Capita che in una serata così ne venga fuori una buona partita anche per lui. Intanto non ha fatto danni in difesa, e questo è già tanto, anzi è stato determinante con un paio di diagonali. In attacco non si fa vedere molto ed è anche un po’ ignorato, ma partecipa all’azione dell’1-0 appoggiando palla a Palacio. Prende coraggio con il passare dei minuti diventando sempre più intraprendente, ma non ce la fa a proseguire nei supplementari.

 

Jesus 6 Duello fisico con Adebayor, che gli soffia la palla da sotto il naso nel finale di tempo, con conseguente occasione madornale, e gli va via in dribbling nel secondo tempo dopo uno scatto spalla a spalla di venti metri.

 

Chivu 6 Ad inizio partita fa partire una serie di lanci lunghi abbastanza stucchevoli, poi gioca più la palla a terra. Attento sui palloni aerei, sventa un grosso pericolo con un intervento in tackle in area. Stremato ai supplementari, non protegge Handanovic e Adebayor può segnare in tap-in.

 

Zanetti 6,5 Partita esclusivamente difensiva, ma è lui a conquistare la punizione del 3-0. Dalla sua parte Dembelè non passa mai, lo chiude negli uno contro uno e lo rimonta sulla corsa. La musica non cambia anche quando entra un certo Lennon. Non alzandosi mai dalla linea dei difensori a volte mette in difficoltà Kovacic che non può smistare. Anticipato da Adebayor che segna in tap-in.

Gargano 6,5 Dopo tanto correre a vuoto finalmente una serata dove i suoi sforzi e il suo dispendio è utile alla causa, grazie anche alla squadra, che non lo lascia a pressare da solo come al solito. Limitati persino gli errori nei passaggi. Finisce praticamente a dover fare il terzino destro per l’infortunio a Jonathan, ma quando ormai gli schemi sono tutti saltati.

 

Kovacic 7 Abbiamo un regista! E non è facile farlo nell’Inter, dove i movimenti senza palla non sono tanti, lui comunque riesce sempre a ragionare, ma i veri progressi sono nella fase difensiva, dove non dà respiro agli avversari. Anche lui prende coraggio con il passare dei minuti.

 

Cambiasso 8 La sua carriera volge al termine e l’idea che non possa più giocare da titolare fisso non cambia per una partita, ma stasera gioca una di quelle sue partite totali. Parte interno sinistro e si sposta trequartista, ala, seconda punta, fa tutto. Partecipa a quasi tutte le azioni pericolose, apre l’azione dell’1-0 e poi s’inserisce in area, ruba palla e verticalizza per Palacio che va a segnare il 2-0. Peccato per il gol fallito al 90′, che avrebbe dato la qualificazione.

 

Guarin 5,5 Parte come trequartista centrale e poi si sposta sulla destra. Suo un lancio che manda in porta Cassano, ma anche tanti errori, tendenza a giocare da solo anche in una serata come questa. Nel finale di tempo taglia verso sinistro e tenta due conclusioni senza fortuna. Sostituito rifiuta la mano di Stramaccioni.

 

Cassano 7 Pressa, rientra, viene incontro sulla trequarti, si assume la responsabilità del tiro, diventando anche egoista quando tira sul portiere invece di passare a Palacio. Cerca inutilmente il rigore aspettando il ritorno di Gallas invece di proseguire l’azione, ma poi si fa perdonare con un gol, a dire il vero facile facile, e con un gran lancio per Palacio. La sua punizione trova la maldestra deviazione di Gallas. Perchè non ha giocato sempre così? Ormai è un po’ tardi.

 

Palacio 6,5 Solita super partita a non aspettare il pallone ma a invitare il passaggio, un assist, un gol, ma anche due gol mangiati, uno a tu per tu con il portiere e un con un colpo di testa ravvicinato centrale. Si fa rimontare da Lennon in area, ma era stanco.

 

Alvarez 6 Zampetta per il campo, non va a chiudere su Dembelè nell’azione del gol del Tottenham, ma segna un altro insperato gol di testa come a catania.

 

Benassi 5,5 Nell’azione del gol del Tottenham rincula e poi scivola, via libera per Dembelè.

 

Ranocchia 7 Entra per fare il centravanti, eroico, ma anche dà da pensare sulle scelte di calcio mercato. Il finale è tutto una serie di lanci per la sua testa, lui smista bene nell’azione del 4-1, ma non trova la porta in altre due disperate occasioni.

 

Stramaccioni 7 Si siede in panchina con lo sguardo amareggiato delle ultime settimane, ma questa volta ha mandato in campo una squadra che lotta e difende e anche lui ritrova la grinta di un tempo sbracciandosi e dando indicazioni. Bravo a colpire il Tottenham nei suoi punti deboli mandando spesso sul filo del fuorigioco gli attaccanti e prendendo la difesa d’infilata. Nel dopo partita appare comunque distaccato, rimane l’impressione che la sua sorte a fine stagione sia segnata. Ma si prende una soddisfazione con la battuta su Lucescu.

 

Tottenham Hotspurs

 

Friedel 5,5; Walker 5, Gallas 5, Vertonghen 6,5 Naughton 4; Dembelè 6, Livermore 5,5 (Lennon 5,5), Parker 6,5, Sigurdsson 6; Defoe 5 (Holtby 6), Adebayor 5,5

 

Tags: , , ,