Editoriali

Ora basta, la società batta un colpo

mazzarri parma“Critiche? Non me ne frega niente”. Basti solo questa affermazione dell’arrogantarri in panchina per capire l’ottusità del personaggio privo di ogni stimolo a migliorarsi e a cambiare qualcosa, convinto com’è di essere perfetto, ma di non raggiungere risultati a causa dei giocatori, pur essendo lui evidentemente soddisfatto con un quinto posto (“mi dovrebbero ringraziare”). Questo sito è stato contro Mazzarri dal primo giorno, ieri tutto sommato si è visto qualcosa di meno peggio di altre volte, con Fiorentina e Cagliari si era toccato il fondo, sarà che ci siamo abituati al peggio, ma a Parma quanto meno una reazione nel secondo tempo c’è stata, ma poco cambia, perchè il livello del gioco è sempre quello e i cambi di modulo in corsa appaiono improvvisati. Di Thohir non sappiamo più cosa dire, siamo stati convinti che Piangiarri fosse l’ultimo pacco di Moratti, che fosse incompatibile con l’idea di calcio giovane e moderna manifestata da Thohir. Poi in un triste giorno ai primi di luglio l’indonesiano rinnova il contratto a Mister “chi ha fatto calcio lo sa”, gli attestati di fiducia non si contano più, come le frasi di sfida ai tifosi scontenti da parte non solo del bagnino livornese, ma anche dello spocchioso Ausilio, mentre il vecchio Moratti lo avrebbe esonerato un mese fa e viene pure insultato dall’impostore in panchina. Scopriamo che “l’idea di calcio” ora è avere Medel nella zona nevralgica del campo, e a proposito, come si spiega una società tra l’incudine delle banche e il martello dell’odioso Fair play finanziario partorito dalla mente angusta di Platini, che spende 20 milioni per la “sola” Hernanes (si è voluto così sancire un’alleanza politica con Lotito?) e 10 milioni per il fabbro Medel? Sono spiegazioni che la società deve iniziare a dare, basta prendere per i fondelli i tifosi con frasi sulle virtù della pazienza, sul progetto a lungo termine, basta con le stucchevoli reprimende ai tifosi che fischiano: a questo proposito l’altro giorno ho visto Verona-Lazio, che suoni sento dal mio televisore? Fischi, il Verona perdeva, giocava male e i tifosi fischiavano, ma non abbiamo sentito Toni pontificare sui “veri tifosi”, non abbiamo sentito Mandorlini piagnucolare a fine partita, ne’ credo che nelle altre città esista una schiera di “giornalisti” che si atteggiano a tifosi modello per acquisire punti con la nuova società.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,