Statistiche

Numeri e prestazioni in questo primo ciclo di partite

Vediamo l’andamento dell’Inter dopo le due soste per le nazionali. Dopo la prima sosta dei primi di settembre sono arrivate quattro vittorie e un pareggio. Vittoria solida con la Spal, che fa la sua figura a San Siro, ma in ultima analisi non crea mai pericoli, l’Inter vince 2-0 con i gol di Icardi su rigore (Var) e nel finale la perla al volo di Perisic. A Crotone invece si gioca una partita poco spettacolare, decisa nel finale dai gol di Skriniar e ancora Perisic. Poi nel turno infrasettimanale forse la peggior partita della stagione, a Bologna, con i rossoblù in vantaggio nel primo tempo e i nerazzurri che agguantano il pari su rigore a tredici minuti dalla fine. E’ un periodo poco brillante con la squadra di Spalletti che però fa punti trovando la forza nei minuti finali. Il ciclo si chiude con la vittoria all’ultimo minuto in casa con il modesto Genoa e una più convincente a Benevento, con la doppietta di Brozovic già nel primo tempo. Si va alla seconda sosta, al termine della quale l’Inter appare trasformata sul piano del gioco e ormai collaudata inaugurando un ciclo di cinque partite sempre con la stessa formazione. Se nel ciclo precedente c’erano stati otto gol e soli due gol subìti, in questa tornata si segnano 9 gol, sempre in cinque partite, ma se ne subiscono sei. Si segna meno nei minuti finali e più nei primi tempi, viceversa si prende sempre gol nei secondi tempi, il contrario del primo ciclo. Sono comunque anche qui quattro vittorie e un pareggio con avversari decisamente più impegnativi come Milan, Napoli, Sampdoria, poi Verona e Torino. Le partite più convincenti sono con le grandi, con Milan, ma sopratutto Napoli e poi il primo tempo con la Samp, mentre si continua a soffrire con le piccole, ma a differenza degli anni scorsi non regalando punti. Ora un terzo ciclo di partite, dovremo affrontare Atalanta, Cagliari, Chievo, Juventus, Udinese, Sassuolo, Lazio e Fiorentina prima della prossima sosta.