Mazzarri contento del quinto posto

Mazzarri pre bologna-inter“A Napoli al di là delle 3-4 disattenzioni tattiche la squadra mi è piaciuta”. Esordisce così Mazzarri in conferenza stampa alla vigilia di Lazio-Inter. E chi mai commetterà queste disattenzioni tattiche? Un must del Mazzarri-pensiero: “I giovani fanno delle ingenuità che poi ci costano dei punti, nel girone di ritorno punteremo a migliorare questo aspetto”. Inutile ripetere che all’Inter scendono in campo solo un paio di giovani, ma ne bastano un paio per fare un capro espiatorio. Inoltre Mazzarri ribadisce che “L’esperimento di giocare con tre centrocampisti offensivi col Parma ci è costato tre gol”. Abbiamo già visto come in realtà sono stati presi i tre gol col Parma, poco c’entravano i tre centrocampisti offensivi. Mazzarri poi attacca pesantemente Petkovic, (“Il cambio della Lazio non è stato un vantaggio, il fatto che arrivi Reja e li ricompatti per noi è un insidia, la Lazio era in difficoltà e a Verona hanno fatto una partita non in linea con il valore della rosa”), quindi veste i panni del buon pastore del gregge (“La classifica si guarda tanto in Italia, la squadra è in crescita, il pubblico dev’essere paziente e tollerante”), infine dribbla la questione delle tante sconfitte dopo la sosta patite dall’Inter negli ultimi anni ( “I programmi per le soste io li ho sempre fatti così, ma non si può ridurre tutto ai risultati, io guardo la prestazione”.)mazzarri calma Già questa manìa di guardare risultati e classifica che c’è in Italia, a Mazzarri non va giù, lui firmerebbe per chiudere quinto (“Io non mi accontento mai, ma da un punto di vista logico essere con questi punti è un bilancio ottimo, ma potevamo avere almeno quattro punti in più per come sono state le prestazioni, nel girone di ritorno spero di confermare quanto fatto”) e poco importa se sta allenando l’Inter e non la Sampdoria. Infine una singolare risposta sulle vacanze lunghe dei sudamericani, rientrati solo 3 giorni fa: “Chi si è allenato due giorni dopo è sullo stesso piano degli altri, io lavoro sulle motivazioni, dal momento che gli ultimi allenamenti li hanno fatti al massimo si azzera tutto”.

2 thoughts on “Mazzarri contento del quinto posto

  1. Non si può continuare così!!!
    Ok il valore della rosa che è basso, ma puntare sempre su Ranocchia (ed Andreolli è il meno impiegato della stagione!!!!) Juan Jesus, soprattutto il primo è assolutamente inguardabile e non da INTER!!!
    Capitolo modulo tattico: questa squadra NON (sottolineo NON) può giocare con 3 centrali difensivi che dimostrano scarsa attitudine al modulo. Per non parlare poi del fatto di non schierare mai 2 attaccanti!! Come cavolo può Palacio risolvere sempre da solo le partite senza un minimo supporto?!? Guarin non è una seconda punta nè un trequartista bensì un interno di centrocampo!!!!
    Se Mazzarri avesse un minimo di intelligenza gestionale capirebbe che NON può utilizzare il “suo” modulo preferito (3-5-2) ma puntare su un più EQUILIBRATO 4-3-1-2. Garantirebbe più copertura, più dinamismo, più potenziale offensivo.
    Eppoi ultima nota…KOVACIC… INIZIAMO SERIAMENTE A PUNTARE SU QUESTO RAGAZZO?!?!?! E’ l’unico che potrebbe farci fare il salto di qualità, il gioco dovrebbe passare tutto dai suoi piedi! Non si può schierarlo sempre da metà secondo tempo in poi…

    Basta Mazzarri…Basta per favore…

Lascia un commento