News

Mancini: “Se siamo stati primi a lungo qualcosa valiamo e Guarin spero rimanga”

allenamento 14 gen 16

Mancini ha parlato alla vigilia di Atalanta-Inter (domani h15), prima giornata del girone di ritorno, poca voglia di sbottonarsi su mercato e formazione. (Continua sotto)

Quando l’Inter era prima Roberto Mancini ricordava sempre che c’erano squadre più forti, che gli obbiettivi erano altri, ma ora che il primo posto è al momento sfumato il tecnico cerca di alzare l’autostima del gruppo ricordando che, “se siamo stati in testa per 16 giornate vuol dire che abbiamo dei valori”. Lavoro psicologico per non esaltarsi troppo quando si vince e non demoralizzarsi quando si perde. Anche perchè il mese di gennaio – ricorda Mancini – “è un mese fastidioso”. Troppe le voci di mercato e allora arrivano le precisazioni, “Guarin spero rimanga, offerte dalla Cina? Dipende dagli obbiettivi che uno ha, ma a 30 anni sei ancora nel pieno della maturità”, e inoltre, “Innesti a gennaio? Possiamo rimanere anche così, questa è una squadra forte”. Parole di facciata per non destabilizzare il gruppo o Mancini si è veramente reso conto che una squadra che ha fatto bene per gran parte del girone d’andata è meglio non cambiarla troppo? Intanto però ricorda che da Jovetic e Icardi si aspetta di più e sopratutto si aspetta che trovino l’intesa, mentre per la gara di domani non fa nessun nome, tranne quello scontato di Handanovic.