Editoriali

Ma che…

Juventus - InterNelle prime 16 giornate di campionato l’Inter ha segnato 22 gol e ne ha subiti 9. Nelle ultime 11 giornate l’Inter ha segnato 12 gol e ne ha subiti 16. Come si vede si segnava poco e si è continuato a segnare poco, anche se un po’ meno. Ma la grossa differenza è nei gol subiti, in pratica una media di circa 0,5 a partita iniziale, salita a circa 1,5. (Continua sotto)

Eppure, a parte alcune partite, come quella di Bergamo contro l’Atalanta, non si può dire che Handanovic sia stato preso a pallonate. Gli avversari raramente creano molte occasioni, se allora andiamo ad analizzare i gol subìti si fa una particolare scoperta: sono sempre protagonisti in negativo alcuni giocatori, con errori madornali e dilettanteschi, regali clamorosi agli attacchi avversari, sopratutto nei minuti finali. Questi giocatori sono Murillo e Felipe Melo su tutti, ma anche Brozovic e Jesus. Nessuno vuole cercare capri espiatori, ma rivedendo uno per uno i sedici gol subìti nelle ultime undici partite è inquietante vedere quello che fanno i primi due giocatori citati. Ora, è giusto criticare Mancini per non aver dato un gioco alla squadra, è chiaro che in una situazione del genere sono tutti colpevoli, ma bisogna anche farsi alcune domande. Non sarà che alcuni giocatori sono proprio scarsi o con la testa altrove? Murillo giocava nel Granada, una formazione di bassa classifica della Liga spagnola, ed è stato pagato 8 milioni. Lo vidi giocare un paio di volte la stagione scorsa, ed espressi le mie perplessità su questo sito. Possibile non ci fosse di meglio in giro, considerato che non è stato pagato poco? Per quanto riguarda Felipe Melo non ho mai detto niente, mi sono fidato di Mancini che lo ha avuto in Turchia, ma anche questo appare un acquisto profondamente sbagliato e non all’altezza. Su Jesus inutile soffermarsi di nuovo, se non che molti gol incolpati a Ranocchia già nella stagione scorsa erano anche responsabilità sua. Rimane da dire di Brozovic, giocatore che fa grandi giocate, ma va incontro ad amnesie clamorose, una vocina ci ha detto che non fa vita da atleta, speriamo cambi registro. Speriamo che tutti cambino registro, allenatore, giocatori, dirigenti e presidenti. La crisi è profonda, bisogna uscirne.