Partita

Livorno rimonta due gol, Mazzarri traballa

Soccer: Serie A; Livorno-InterFinisce 2-2 il posticipo del lunedì tra Livorno e Inter, rimonta dei padroni di casa nel secondo tempo. L’Inter era avanti 2-0 alla fine del primo tempo. Vantaggio al 37′ di Hernanes, bravo ad arrivare a fari spenti in area di rigore dopo che Icardi non aveva sfruttato la sponda di testa di Palacio su cross dalla sinistra di Alvarez.  Il raddoppio nel recupero quando Palacio largo a sinistra riceve il controcross di Jonathan e schiaccia al volo completamente solo, con Mbaye portato via da D’Ambrosio. Nella prima mezz’ora la partita è stata di una bruttezza raccapricciante, non si ricorda un’Inter giocare così male come l’Inter di Mazzarri, poi ci pensano i giornalisti a raccontare di 20 palle gol o sciocchezze simili. Il primo tiro in porta in realtà è arrivato al 36′ con un colpo di testa di D’Ambrosio respinto da Bardi. Il gioco dell’Inter è solo in orizzontale, i cross quasi sempre prevedibili, l’intensità è pari allo zero, gli unici due giocatori che sanno giocare in verticale sono lasciati in panchina (Guarin e Kovacic), impressionante il numero di palloni persi per appoggi sbagliati, ma il Livorno non ne approffitta, almeno nel primo tempo. Al 54′ il gol di Paulinho che sguscia via a Samuel sugli sviluppi del calcio d’angolo. L’Inter aveva iniziato i secondi 45 in tranquillità, poi un paio di avvisaglie, il pressing di paulinho favorisce il recupero palla di Benassi, l’azione si sposta a sinistra e Handanovci allontana di pugno il cross di Mesbah. Ancora Benassi va in break a centrocampo, allarga per Paulinho chiuso in corner da Jesus. Poi il gol del Livorno che riaccende la partita. Di Carlo osa schierandosi con il 4-3-1-2 inserendo Duncan e Emeghara, Mazzarri si scopre tornando al 5-3-2 con Guarin al posto di Hernanes. Ed è proprio gaurin protagonista in negativo, prima si mangia il terzo gol, poi con un retropassaggi avventato manda in porta Emeghara, che sfrutta la sua velocità con Samuel e batte Handanovic che non esce. Assalto finale con lancio di Jesus, tacco smarcante di Icardi per Palacio, che invece di tirare serve in mezzo Botta che fallisce la conclusione. Traballa la panchina di Mazzarri.

 

LIVORNO-INTER 2-2
Marcatori: 37′ Hernanes, 46′ Palacio, 9′ st Paulinho, 40′ st Emeghara

LIVORNO: 1 Bardi; 33 Valentini, 23 Emerson (10′ st Duncan), 7 Castellini; 15 Mbaye, 24 Benassi, 27 Biagianti, 19 Greco (28′ st Siligardi), 11 Mesbah; 9 Paulinho, 21 Belfodil (10′ st Emeghara)
A disposizione: 22 Anania, 37 Aldegani, 2 Piccini, 3 Gemiti, 14 Mosquera, 17 Ceccherini, 29‎ Borja, 85 Coda
Allenatore: Domenico Di Carlo

INTER: 1 Handanovic; 35 Rolando, 25 Samuel, 5 Juan Jesus; 2 Jonathan (35′ st Zanetti), 88 Hernanes (24′ st Guarin), 17 Kuzmanovic, 11 Alvarez (41′ st Botta), 33 D’Ambrosio; 9 Icardi, 8 Palacio
A disposizione: 12 Castellazzi, 30 Carrizo, 6 Andreolli, 10 Kovacic, 19 Cambiasso, 20 Botta, 21 Taider, 22 Milito, 23 Ranocchia, 55 Nagatomo
Allenatore: Walter Mazzarri

Arbitro: Calvarese

Note. Ammoniti: 20′ Hernanes, 25′ st Castellini, 36′ st Samuel, 42′ st Botta. Recupero: pt 1, st 4.

Tags: , , , , , , , , ,