Partita

L’Inter perde la faccia a Crotone

L’Inter perde la faccia a Crotone perdendo 2-1 in una partita in cui non si salva praticamente nessuno. Seconda sconfitta consecutiva e caduta al settimo posto, fuori dall’Europa.

Primo tempo vergognoso, fin dalle prime battute si vede che la squadra non c’è, molle nei contrasti, poco attenta, incapace di fare il primo passaggio nonostante il Crotone non faccia pressing ma si metta tutti dietro la linea della palla, manca completamente l’abc del calcio professionistico, controllo di palla, passaggi, movimenti senza palla, 45 minuti mortificanti per il popolo calabrese interista accorso in massa allo stadio, per non parlare degli eroici giunti da Milano e di tutti i tifosi in generale. Gli interisti non meritano uno spettacolo del genere. Il primo gol nasce da una palla persa da Kondogbia, Medel nel tentativo di recuperare commette fallo di mano in area. Il rigore non è irresistibile, ma Handanovic è lento nel tuffarsi e Falcinelli realizza. Il raddoppio vede la difesa posizionata malissimo aprire corridoi dove s’infilano i giocatori del Crotone, Falcinelli scavalca Handanovic con un pallonetto. Pioli prova a cambiare assetto arretrando Medel in difesa e Banega in mediana per avere un playmaker, si passa al 3-4-2-1:

Handanovic; Murillo, Medel, Miranda; D’ambrosio, Banega, Kondgobia, Ansaldi; Candreva, Perisic; Icardi.

L’effetto è un maggiore possesso palla e un campo tenuto leggermente meglio, ma per il resto non cambia molto. La ripresa però inizia con lo stesso assetto, ma con interpreti ancora più offensivi, in pratica un 3–2-4-1 con cinque attaccanti in campo:

Handanovic; D’ambrosio, Medel, Miranda; Konodgbia, Banega; Candreva, Palacio, Eder, Perisic; Icardi.

Sicuramente si vede qualcosa in più, oltre ad un predominio territoriale ritrovato, con i padroni di casa chiusi nel 6-2-2, ma alla fine il risultato non cambierà, inutile il gol di D’ambrosio, sfortunato Eder che colpisce il palo interno, mentre Perisic fallisce due occasioni. Per il Crotone una giornata storica, per l’Inter una giornata che difficilmente verrà dimenticata, ma per motivi opposti.

IL TABELLINO
CROTONE-INTER 2-1
MARCATORI:
 
19′, 22′ Falcinelli (C, 1 rig.), 65′ D’Ambrosio (I)

CROTONE: 1 Cordaz; 22 Rosi, 17 Ceccherini, 13 Ferrari, 87 Martella; 6 Rohden (68′ 31 Sampirisi), 18 Barberis (75′ 28 Capezzi), 8 Crisetig, 12 Stoian; 29 Trotta (73′  27 Acosty), 11 Falcinelli. In panchina: 5 Festa, 33 Viscovo, 3 Dos Santos, 9 Nalini, 15 Mesbah, 20 Kotnik, 23 Dussenne, 42 Suljic, 99 Simy.
Allenatore: Davide Nicola

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 24 Murillo (46′ 23 Eder), 25 Miranda, 15 Ansaldi (46′ 8 Palacio); 17 Medel, 7 Kondogbia (81′ 6 Joao Mario); 87 Candreva, 19 Banega, 44 Perisic; 9 Icardi. In panchina: 30 Carrizo, 2 Andreolli, 11 Biabiany, 20 Sainsbury, 21 Santon, 55 Nagatomo, 77 Brozovic, 96 Barbosa.
Allenatore: Stefano Pioli

Arbitro: Guida. Assistenti: Marzaloni, Marrazzo. IV uomo: Carbone. Assistenti addizionali: Doveri, Nasca.

Note
Espulsi: Allontanato Nicola (all. Crotone) al 66′ per proteste.
Ammoniti: Palacio (I), Martella (C), Ceccherini (C), Banega (I), Acosty (C)
Corner: 3-7
Recupero: 1°T 3′, 2°T 8′.

Tags: ,