Pagelle

Le pagelle di Torino-Inter 2-2, Ansaldi rinato

ansaldi zappacostaHandanovic 6 Può poco sui gol di Baselli e Acquah, anche se non ci prova nemmeno, si disimpegna con i piedi su un tiro deviato, esce male su una palla in profondità.

D’ambrosio 5,5 La convocazione in nazionale sembra appagarlo, gioca una partita poco intraprendente. Sue responsabilità su tutti e due i gol del Torino.

Medel 7 Il suo infortunio con conseguente abbandono del campo è determinante, senza di lui la squadra balla.

Miranda 7 Duello scintillante con Belotti, senza quasi mai commettere fallo, bravo anche a scivolare in fascia aiutando Ansaldi, qualche responsabilità forse sul tiro di Acquah e qualche sbavatura davanti all’area gli negano la consueta perfezione.

Ansaldi 7 Giocatore rinato, gioca una partita puntuale nel primo tempo e determinante nella ripresa con un assist e due interventi difensivi fondamentali.

Gagliardini 6 Parte fortissimo e poi forse paga dazio, fatica a contenere Baselli.

Kondogbia 6 Partita multiforme, a tratti devastante, a tratti pasticcione, alla Adriano dei tempi migliori il gol, dà il meglio in proiezione offensiva, ma perde diversi palloni in uscita e in fase d’impostazione, anche perchè ora gioca solo in verticale. Comunque in fiducia.

Candreva 6,5 Il gol non è scontato, se la aggiusta bene e trova il filtrante giusto, ma l’esperienza di Molinaro lo mette in difficoltà e la gara è un po’ sottotono.

Banega 6 Parte bene sull’onda della grande prova con l’Atalanta, poi riceve pochi palloni.

Perisic 5,5 Grande sacrificio in ripiegamento su Zappacosta, almeno nel primo tempo, ma pesano le occasioni fallite nel finale (anche se non tutte comode) e il buco difensivo sul gol di Baselli.

Icardi 6 Smista palloni, ma non sempre i compagni lo seguono, soffre l’esperienza di Moretti, ma non è in grandissima giornata.

Murillo 6 Non chiude su Belotti, consentendogli di far partire il contropiede del 2-1. Fatica, poi si riassesta, ma non dà la sicurezza di Medel.

Eder 7 Ottimo impatto sulla gara e buon finale, il tiro più pericoloso della partita è suo.

Brozovic sv