Pagelle

Le pagelle di Pescara-Inter 1-2

icardi-esulta-a-pescaraHandanovic 8 Inutile stare a elencare tutte le parate, ma è stato decisivo, la più difficile.. su un cross. Non sempre è stato continuo in questi anni, ma ogni tanto sfodera di queste partite, me ne ricordo due a Marassi, a volte si demoralizza dopo un gol subìto, questa sera no.

D’ambrosio 5 Non conferma i progressi gagliardi del secondo tempo di San Siro con il Palermo, bello quando va in scorribanda e sfiora l’incrocio in corsa, ma è solo un frangente, concede molti cross in fase difensiva e ne sbaglia in fase offensiva, timido, titubante, a volte in confusione mentale, anche se rispetta le consegne di De Boer e attacca senza guardare se anche Santon è in avanti dall’altra parte.

Miranda 5,5 Elegante e puntuale come sempre, ma stasera quando il trio d’attacco pescarese alza i ritmi va in difficoltà.

Murillo 5,5 Parte con una randellata alla Samuel per mettere le cose in chiaro, ma è l’unica cosa alla Samuel che fa nella partita. Ubriacato dalla velocità dei pescaresi, per fortuna uno sarà un suo compagno in futuro.

Santon 6 Peccato non vada mai oltre il compitino, le rare volte che parte dimostra di avere gamba.

Medel 6 E’ il falso problema dell’Inter, anche se non è un playmaker è utile in fase di recupero palla anche perchè nel calcio di De Boer è l’unico a rimanere dietro insieme ai due centrali. Meglio averlo.

Joao Mario 6 Dicono assomigli a Brozovic, in effetti ti può fare la grande giocata come sbagliarti un passaggio di due metri, l’intensità è da calcio internazionale, ma chiaramente deve ambientarsi nel calcio italiano e stare attento a non farsi aggredire.

Candreva 5,5 Dopo il convincente quarto d’ora finale con il Palermo e le prove in nazionale era il più atteso, per larghi tratti si vede poco, non rinuncia di certo al tiro, ma senza fortuna.

Banega 6 E’ l’unico che sa fare certe giocate, come cambiare gioco, ma anche lui deve capire il calcio italiano, con meno spazi, sopratutto in uscita, anche stasera da una sua palla persa il gol subìto, ma suo l’assist per il pareggio, comunque c’è.

Perisic 5 La grande delusione della serata, malintesi con i compagni, solo qualche calcio d’angolo conquistato e nulla più.

Icardi 7 Sarebbe errato dire che riceve due palloni e fa due gol, qualcosa gli era arrivato anche in precedenza, ma lo ha sciupato, ma alla fine ha ragione lui.

Jovetic, Eder, Palacio 5,5 Nessuno dei tre fa bene, ma la solo loro presenza in campo tutti in avanti spariglia le carte.