Pagelle

Le pagelle di Inter-Be’er Sheva 0-2, non si salva nessuno

dambrosio-desperateHandanovic 5 Nel primo tempo oppone tutto il corpo al tiro di Maranhao, ma dopo non aver potuto nulla sul primo gol guarda impietrito tutti i seguenti tiri del Be’er, un tiro da fuori di Hobat, la punizione vincente, ma non angolata, di Buzaglo, il pallonetto di Bitton, solo il tiro addosso di Nwakaeme lo prende in pancia. Statua di sale.

D’ambrosio 5 In fase propositiva fa quel che può, ma preoccupa il calo in fase difensiva.

Ranocchia 5,5 Stasera non è certo l’unico colpevole, anche se comincia la serata con dormita su cross di Buzaglo e prosegue soffrendo la velocità di Nwakaeme che in realtà non sembra un fulmine di guerra.

Murillo 5 Interventi sempre rischiosi, posizione del corpo spesso sbagliata e avversari che se lo bevono come un birillo. Cercasi difensore.

Nagatomo 5 Si rende utile solo per un paio di falli tattici, il resto nulla.

Medel 5,5 Cerca di tenere un po’ d’ordine nel marasma generale, ma non è facile.

Melo 4 Si fa notare per cercare ripetutamente il contatto fisico con gli avversari e per la tendenza al gomito alto, ma gli israeliani non si intimoriscono per nulla e non è propriamente una diga davanti alla difesa, ma sono i passaggi sbagliati in uscita a far imbestialire i tifosi che lo fischiano quasi all’unanimità quando lascia il campo anzitempo.

Biabiany 5,5 Così dentro al campo sembra un pesce fuor d’acqua, ha bisogno di giocare sulla linea del fallo laterale per essere pericoloso. Farraginoso e confusionario.

Brozovic 4 Girovaga per il campo senza un perchè. Svagatozovic.

Eder 5,5 E’ l’unico che si danna insieme a Medel, ma risultati pochi, a parte un palo.

Palacio 4 Scende in campo praticamente l’Anti-Palacio. Nervoso, sballottato, evanescente, passa il tempo a litigare con tutti.

Banega 5 Quello di perdere palla in uscita non è una casualità, ma un vizio visto col Palermo, a Pescara e stasera.

Icardi 4,5 Non si è spettinato molto.

Candreva 5,5 Immette un po’ di rapidità nelle giocate, l’unico un po’ tirato e dignitoso.