Le pagelle di Udinese-Inter 0-4, capolabrozovic

brozovic esultanzaHandanovic 8 E’ un portiere ormai maturo, che in passato si è attirato qualche critica anche meritata, ma oggi non respinge più la palla verso il campo, sa gestire con i piedi e stasera ha parato tutto il parabile in una serata di superlavoro.

Montoya 6 Finalmente spazio anche per lo spagnolo, che nella prima mezz’ora non convince nelle scelte di gioco, poi però cresce per qualità e intensità, nella ripresa gestisce.

Miranda 6,5 Non perfetto come al solito, stupisce tutti andando a vuoto in un paio di interventi, nonostante ciò si conferma però il vero top-player della squadra, una via di mezzo tra Samuel e Terry.

Murillo 6 Serata di amministrazione fino al 75′, quando parte palla al piede e salta cinque avversari arrivando fino all’area di rigore dove trova l’opposizione di Karnezis. Che gol sarebbe stato?

Telles 6 Si trova una catena di destra friulana molto rognosa con Widmer e Iturra che lo costringono sulla difensiva, ma riesce a contenerli con compostezza e ordine.

Guarin 5 Pasticcione, sfasato, impreciso.

Melo 5 Perde alcuni palloni rovinosi e non riesce ad essere il solito muro invalicabile.

Perisic 6 Probabilmente quando è arrivato a Milano ci si aspettava un giocatore diverso, più frizzante, è invece tutto sostanza, praticità e sacrificio in fase di non possesso.

Jovetic 5,5 Sbaglia un rigore in movimento in apertura di match, poi si riscatta sfruttando l’errore di Domizzi, ma ancora una volta è il meno convincente degli attaccanti, andando ad accartocciarsi contro Wague.

Ljajic 6 Il ragazzo immaturo di Roma e Firenze sembra ormai un ricordo, stupisce per il sacrificio difensivo, per poi andare a svariare su tutto il fronte offensivo, anche se non è in serata di grazia e commette molti errori, qualche giocata brillante riesce a farla.

Icardi 7 Rapace sull’ingobbito Domizzi, ma il secondo gol è tutto suo, anche se il passaggio è del bianconero Lodi, è tutta sua la bravura nell’anticipare tutti e spaccare la porta. Lo si vede anche in qualche sponda nella propria metà campo e prova anche a reinventarsi uomo assist poco capito dai compagni.

Brozovic 7 Il suo ingresso ridà compatezza alla squadra, pur senza fare niente di eccezionale, fino a che all’87 decide di creare un capolavoro segnando di gran lunga il più bel gol della serata. Capolabrozovic.

Jesus sv

Manaj sv

2 thoughts on “Le pagelle di Udinese-Inter 0-4, capolabrozovic

  1. Obiettivamente il risultato va di molto oltre il reale divario che si è visto fra le due squadre. Non ricordo una squadra che regala 3 gol in questa maniera! In alcuni tratti della partita si è vista un’inter in difficoltà a centrocampo e scollegata fra i reparti.
    Centrocampo con Melo che ha sbagliato un’infinità di passaggi. Con squadre più forti non possiamo permetterci certi errori. Molto bene Montoya, da riproporre!
    Mancini sta facendo un piccolo capolavoro! Se l’inter dovesse vincere lo scudetto (incrociamo le dita), si potrebbe parlare tranquillamente di migliore stagione nella carriera del tecnico jesino! (ancora meglio del primo scudetto dopo 50 anni al City, dove aveva un budget illimitato)
    Quando si vedono giocatori che entrano dalla panchina o che non avevano mai giocato e fanno prestazioni di altissimo livello, è il segnale che il tecnico sta facendo un grande lavoro e il gruppo è unito.
    Da sottolineare il lavoro strepitoso del preparatore atletico Ivan Carminati! In queste 16 partite nessun calo atletico, anzi, l’inter fisicamente sta sempre meglio della squadra avversaria! Impressionante il secondo tempo di Napoli in 10 dove l’inter è uscita alla distanza mentre quelli del Napoli erano cotti!

  2. Anch’io sono d’accordo nel dire che l’Inter ieri era iper offensiva e ha concesso più del solito! Tuttavia con quei 4 davanti qualcosa succede e dati gli squalificati dell’udinese in difesa,credo che il mancio l’abbia pensata in questo modo! A dir il vero e’ stato guarin a creare qualche difetto di copertura! Tuttavia e’ andata alla grande,e ritengo che carminati sia uno dei migliori al mondo . Poi non sottovalutiamo il cambio del medico: mazzarri e strama si lamentarono più volte e il mancio già nel 2008 aveva detto a Moratti che un cambio dello staff medico sarebbe stato basilare! Ve lo ricordate il 2007-2008…eravamo stra primi e poi infortuni a raffica! Ma escludendo cordoba e samuel che si ruppero…gli altri erano infortuni strani! Quindi lasciamo stare il medico,d’altronde so che aveva salvato la vita a un figlio di massimo Moratti….e allora vitalizio senza diacuterlo,mai!!! Per il resto non male montoya,anzi crossa benino! Grande maurito che ha capito come si gioca,almeno speriamo continui sempre così! Mancio valore aggiunto,non si vedeva un allenatore così dal 2010!!!!

Lascia un commento