Le pagelle di Torino-Inter 0-1

handanovic belottiHandanovic 7,5 E’ il suo momento, prima gli avversari gli facevano sempre gol in tap-in, anche per la sua tendenza a respingere centralmente, ora para anche quelli. Nel finale grande uscita su Vives.

Murillo 6,5 Totalmente a disagio in fase d’impostazione, dove pasticcia con Melo, fa bene il suo mestiere, che è quello di difendere, concedendo pochissimo.

Miranda 6,5 Anche lui dà pochissimo spazio a Quagliarella e soci, ci sta che nel secondo tempo gli attaccanti granata abbiano qualche palla.

Jesus 6,5 Bravo a chiudere su Benassi quando questi si allarga a destra, ma anche a stringere con gli altri due centrali. In imbarazzo quando è chiamato ad impostare largo a sinistra.

D’ambrosio 6 Impatta con Molinaro in un duello senza vinti e vincitori, comunque non si risparmia e lotta nei contrasti.

Melo 5,5 Oggi non mi è piaciuto, gioca in maniera testarda, lascia tanta libertà a Baselli e si dimostra velleitario in avanti.

Medel 6 Uomo d’ordine in mezzo al campo, ma anche sempre in pressing alto su Vives. Partita normale per un’ora, ma nel finale quando si alza il tono della battaglia cresce anche lui.

Kondogbia 6,5 Bene anche prima del gol, finalmente una partita dove riesce a far emergere le sue qualità e nascondere i limiti, il migliore del centrocampo, ma ingenuo in fase difensiva con Benassi.

gol kondgobia toroNagatomo 6,5 Come detto in cronaca il duello con Peres è il più bello e determinante, il brasiliano ha più qualità e bisogna concedergli qualcosa, ma il giapponese vince tatticamente costringendolo per lunghi tratti basso.

Palacio 5,5 E’ in partita, ma non riesce più a saltare l’uomo o a superarlo in velocità.

Icardi 5,5 Una sola palla in area che sciabatta malamente. Altra partita da estraneo con Glik che lo prende a sportellate.

Perisic 5,5 Silva lo limita fortemente.

Ljajic 5,5 La qualità si vede, ma sbaglia molto e non c’è intesa con Perisic.

Ranocchia sv

2 thoughts on “Le pagelle di Torino-Inter 0-1

  1. Mancini si è adattato al Torino. Tutto bene perchè vince, ma sinceramente rimane una scelta discutibile.
    Icardi, come avevo detto, non ha toccato palla! Il Toro si poteva mettere più in difficoltà, magari provando a fare noi la partita, e non sempre giocare sull’avversario!
    Mi sta bene se l’avversario è più forte di noi ma il Torino non è certo il real madrid!
    Mentalità sparagnina che comunque sta dando i suoi frutti!
    Questo Mancini utilitaristico e catenacciaro è una novità per tutti! Speriamo, col passare del tempo, di vedere giocare a calcio, perchè di gioco ne stiamo vedendo poco!
    Ma sopratutto, squadre che vincono giocando in questa maniera, si contano sulle dita di una mano! Un conto è giocare un calcio pragmatico e difensivo (Milan di Capello che vinceva sempre 1 a 0) ma avere una fisionomia di squadra ben precisa. Un altro è fare catenaccio e adattarsi sempre alla squadra avversaria non imponendo mai il proprio gioco!
    L’ultima squadra che ha vinto in questo modo è stata la Grecia del 2004… miracoli che accadono una volta ogni morte di Papa!!!

  2. Ci adattiamo all’avversario ed e’ vero,ma
    secondo me il “problema” e’ di personalità: ad oggi questa non e’ una squadra convinta dei propri mezzi! E’
    anche vero che abbiamo visto un tale gioco nelle ultime due partite perché con la Juve nel primo tempo e nell’inizio campionato,seppuur non facendo spettacolo,provavamo a fare la partita! Ovvio se riuscissimo ad arrivare terzi,potendo prender nuovi giocatori….certo che li sarebbe interessante vedere il gioco perché potremmo comprare ben altro tipo di interpreti. Comunque per ora si procede e speriamo di non cadere ora dove abbiamo alcune partite meno difficili! E aggiungo: ieri non ho visto un Napoli imbattibile

Lascia un commento