Le pagelle di Lazio-Inter 1-2

hernanes punizioneHandanovic 6 Purtroppo il limite di respingere sempre centralmente i tiri non se lo è mai tolto. Rivedibile sul gol, salva il risultato su Klose. Esce poco.

D’Ambrosio 6 Vince tutti i contrasti, ma sbaglia tutti i passaggi.

Ranocchia 5,5 Lascia sempre la posizione per andare in fascia a chiudere su Anderson, ma non riesce mai ad anticiparlo o a frenarlo, dando l’impressione di vagare a vuoto per il campo. Tanti gli appoggi sbagliati, ma salva in due situazioni in extremis.

Vidic 6 La stagione è sfortunata perchè ad ogni sbavatura che commette gli avversari segnano, succede anche stasera nell’unico vero errore della serata, anche se in due altre occasioni si fa infilare dal pallone in verticale.

Jesus 6 Stasera attacca di più, con irruenza ed errori, ma finalmente mette almeno un cross pericoloso.

Guarin 6 Gioca senza strafare, vicino al gol su punizione e un buon pallone in verticale. Limitato da un infortunio.

Medel 5,5 Parte grintoso come sempre, ma in certi momenti gli avversari lo scambiano per un birillo, in particolare Anderson.

kovacic lazioKovacic 6 Timido per settanta minuti, anche se è suo il pallone verticale che porta all’espulsione di Mauricio già nel primo tempo. Poi nei venti minuti finali inizia a saltare Biglia che fino ad allora lo aveva schermato senza problemi, inoltre innesca l’azione del 2-1.

Hernanes 7 Decisivo come non mai, si prende la sua rivincita con Lotito. Micidiale con le punizioni, manda in porta Icardi due volte e segna da centravanti il gol vittoria.

Palacio 6,5 Dà la sveglia alla squadra tramortita dal primo quarto d’ora della Lazio, procura il rosso di Mauricio e manda in gol Hernanes.

Icardi 5,5 Mancini lo ha trasformato, gioca per la squadra, sempre fuori dall’area, ma per una strana legge del contrappasso smarrisce la via del gol sparando alto solo davanti al portiere e tirando un rigoraccio.

Podolski 4 riesce a fallire tre occasioni in piena area di rigore, in una addirittura manca il pallone.

Nagatomo 5,5 Porta freschezza atletica, ma tanti errori.

Brozovic sv

9 thoughts on “Le pagelle di Lazio-Inter 1-2

  1. Complessivamente troppo severo. Giocavamo a Roma contro la seconda migliore squadra del campionato.
    Nei commenti post-partita ho sentito delle valutazioni un pò superficiali del tipo:”sono rimasti in 9 e l’inter ha fatto comunque fatica”. C’è un piccolo particolare. Tramite le azioni offensive ben congegnate dalla squadra di Mancini l’inter ha giocato in superiorità numerica. Non è stato un regalo piovuto dal cielo!
    Comincia a diventare una costante, con le verticalizzazioni di Hernanes e Kovacic e i movimenti degli attaccanti sul filo del fuorigioco, non è un caso!
    Mancini l’ho criticato, ma le differenze con l’anti-calcio Mazzarriano sono evidenti anche a chi non capisce niente di calcio!
    Non voglio tornare poi sul solito discorso Kovacic… incostante quanto volete ma con le sue giocate e accelerazioni spacca la partita in due! Anche oggi decisivo sui 2 gol nerazzurri (il 6 in pagella non ci sta assolutamente!)
    Clamoroso l’errore del Mancio nel non farlo giocare con il Chievo… avremmo 2 punti in più e ce la saremmo giocata alla pari con la Samp per l’Europa League.
    Inutile sottolineare che la sua cessione sarebbe un’assurdità degna delle peggiori operazioni della storia nerazzurra. Ho sentito paragoni con l’operazione Coutinho, ma sarebbe anche peggio…L’altra volta ho fatto il paragone con Pirlo, adesso (anche se con ruoli e caratteristiche diverse) faccio quello con R.Carlos. Ceduto a 23 anni al Real Madrid è diventato per un decennio uno dei migliori terzini sinistri al mondo.
    Io ho pochi dubbi! Kovacic è destinato a diventare uno dei migliori centrocampisti europei e la sua cessione (come hai sottolineato giustamente in un articolo di questi giorni) peserà come un macigno sulle spalle di Mancini per molto molto tempo…

    1. il fatto che kovacic possa essere un talento……..beh, al momento lo ha dimostrato pochino…… le potenzialità potrebbero esserci, ma… deve prendere qualche iniziativa in + …….. non sono possibili 50 passaggini orizzontali e magari una verticalizzazione ogni tanto. il problema dell inter è un centrocampo lentissimo, nessuno si prende il rischio di sbagliare, a questo punto hai un possesso palla infinito senza mai incidere…….. i rischi vanno presi…….. allora potrai veramente cambiare la partita…. (modesto punto di vista)

      1. Lo ha già dimostrato.. basta guardare i suoi hinghlights.. i giocatori vengono comprati dai club in base a cose come queste, Zanetti fu una semplice videocassetta, e non era neanche lui il protagonista di quella cassetta.. e a nessuno interessava se la squadra di zanetti era orina in classifica…. Le caratteristiche di Kocacic sono note e chiare.. lo vorrebbero anche se non giocasse mai..

  2. In linea generale sono d’accordo. Avrei messo 7 ad Handanovic che, anche se condivido certe stupidaggini che commette a volte rilanciando la palla, ha effettuato almeno due miracoli che hanno salvato la partita. Ed avrei messo un bel 3 a Icardi che da tante partite si divora caterve di goal. Anche con la Roma ove segno’ il goal nel finale aveva dissipato diverse occasioni. Non tengo conto il rigore contro l’Udinese. Creiamo caterve di goal a partita, è una costante, ma non riusciamo a finalizzare quanto si crea. Come minimo abbiamo bisogno di un grande esterno alla Maicon, di una vera personalità a centrocampo e di un grande attaccante: se dovesse restare Icardi, almeno un grande giocoliere che gli crei spazi; altrimenti, necessitiamo di un vero grande goleador. E, ancora oggi, penso che Duncan poteva stare benissimo al posto di Duncan evitando di spendere soldi; allo stesso modo qualche altro. Su Kovacic di positivo c’è che ha giocato, necessario per crescere. Ribadiamo che il talento c’è e seguitiamo ad aspettarlo. Chiudo con Mancini: non possiamo non riconoscergli la mentalità che sta infondendo alla squadra. Non è più l’Inter impaurita, timida, senza personalità di prima. Deve ancora salire di livello, ma questo tutto dipenderà dalla prossima campagna acquisti.

  3. Mi scuso per la ripetizione Duncan. Volevo dire Duncan al posto di Brozovic. Ma sono sicuro che l’avreste capito ugualmente senza questa mia rettifica, trattandosi di un’idea che esprimo già da tempo.

  4. Sottoscrivo tutto ciò che hai detto,timetraveler! Per me devono andare via i vari kuz,guarin oltre a tutti i giocatori che praticamente non giocano! Su guarin,non so se lo notate anche voi,dico che lo vedo scarico,demotivato e poi oggettivamente e’ un mezzo giocatore eccetto che nelle prime 3-4 partite con mancini dove ci eravamo illusi. Lui a 29-30 anni non può esser apsettato,mateo DEVE esser aspettato,eccome! Hernanes non e’
    un fenomeno,ma rispetto a guarin ha piuu testa e tecnica! Proverei a rilanciare dodo! Non spenderei cifre grosse per la difesa perché secondo me il nostro problema e’ il centrocampo! Medel non sa costruire,non e’ un “Gattuso” della situazione e non dribbla o si inserisce…a che serve aallora?bho….per le pagelle avrei dato qualcosa in più a kovacic( comunque decisivo)e a ranocchia. Io lo vedo migliorato ultimamente e con un centrocampo milgiore secondo la difesa Sara’ buona nell’anno venturo!

  5. Sondaggio anche su Gazzetta.. chi vendereste, kovacic è il meno votato di tutti, pure meno di icardi.. cmq lo sapevo che vinceva l’Inter.. adesso batterà anche la Juve, ma perderà quella dopo, e mancherà l’EL 🙂 No, soerianmo di no..

  6. Tutti parlano di Dybala ma quello gioca sempre e comunque e ha numeri abbastanza normali, che kovacic probabilmente supererebbe giocando sempre e comunque.. e Kovacic non è neanche un attaccante..

Lascia un commento