Le pagelle di Inter-Sampdoria 2-0

andreolli spalleCarrizo 6 Classica ordinaria amministrazione, una parata e un’uscita di pugno. Da rivedere se poteva uscire sul colpo di testa di Okaka.

D’Ambrosio 6,5 Fa la sua parte con continue discese sulla fascia.

Andreolli 6 Difende molto alto, ma non è immune da errori e ingenuità.

Jesus 6 Bene nel corpo a corpo, un po’ meno nel posizionamento e Okaka nel secondo tempo lo fa sudare.

Dodò 5,5 Ritroviamo onestamente lo stesso Dodò di prima, non convince nelle poche sortite in avanti della Sampdoria e in attacco fa molta confusione.

Medel 5,5 In una partita dal poco lavoro in fase difensiva, emergono tutti i limiti in fase d’impostazione.

shaqiri tiroKuzmanovic 5 Un’incredibile sequela di errori.

Shaqiri 6,5 Non ha ancora la freschezza atletica per saltare l’uomo, ma bene nei movimenti e nella partecipazione alla manovra. Dopo alcuni tentativi strozzati o deboli, trova anche la conclusione vincente.

Kovacic 5,5 Parte bene dettando i ritmi, poi è escluso dal gioco, sembra subire un contraccolpo dopo aver fallito un’ enorme occasione nei minuti iniziali.

Podolski 5,5 A parte l’assist si limita al compitino, tante proteste. partita incomprensibile.

Icardi 5,5 A parte il gol fa poco e lo sbaglia.

Bonazzoli sv

Puscas sv

Obi sv

8 thoughts on “Le pagelle di Inter-Sampdoria 2-0

  1. Voti condivisibili, un 6 a Podolski l’avrei dato per l’impegno e l’assist, ma deve fare di più. Bene Shaqiri al debutto, tanta personalità, anche qualche errore ma è il giocatore che può fare la differenza. Partita condizionata dall’espulsione immediata e non molto giudicabile. La Samp si è schierata davanti l’area di rigore ed era difficile trovare spazi. A mio parere quella non è la posizione migliore per Kovacic, soprattutto in questo tipo di partite fatica a trovare gli spazi e a muoversi fra le linee, deve partire più da dietro per far emergere il suo talento nella corsa palla al piede.
    Icardi non deve più battere i rigori, non è capace!! Butta giù il testone, occhi chiusi e se gli va bene il portiere si butta dall’altra parte o tira una botta centrale, altrimenti il portiere la para facile come ha fatto Romero stasera. Shaqiri o Podolski hanno più tecnica e sono più freddi nel batterli.

  2. Per me Shaquiri, avendo con un passaggio millimetrico a Icardi fatto espellere Krsticic, per impegno e goal, merita un bel 7,5; Kovacic nonostante l’errore sottoporta merita la sufficienza e quindi gli do’ un 6; Jesus 7: ammirevole la battaglia con Okaka. Per il resto sono d’accordo. Per me, il problema maggiore è che non abbiamo un attaccante-cecchino che faccia goal semplici, cioè quando basta spingere la palla in rete quando ci sono le occasioni da goal. Con la Samp nel primo tempo avremmo dovuto segnare almeno 2 se non 3 goal; invece siamo stati a soffrire fino alla fine. L’esperienza mi insegna che, per essere forti, le partite si vincono anche quando si soffre il gioco dell’avversario. Ad esempio con l’Empoli: se avessimo avuto un vero attaccante-cecchino (come il Milito dei bei tempi: forse anche l’attuale da come sta dimostrando in Argentina), nel secondo tempo avremmo vinto ugualmente la partita. La finale di Madrid il Bayern gioco’ meglio di noi, ma ci fu un Milito devastante capace di due goal incredibili. Un attaccante spietato e di grande movimento. Icardi, a suo modo i goal li fa, ma non è un vero calciatore: non ha movenze che lo portano ad armonizzarsi con la squadra; è una personalità indolente e psicologicamente spesso assente…rischiamo di avere un quasi Vieri che faceva goal ma non si vinceva quasi mai. Poi, considerata la crisi di Palacio avremmo bisogno anche di un attaccante come Okaka che faccia molto movimento. In attacco non abbiamo un attaccante con una dinamicità prorompente come il sampdoriano. Come sarebbe utile a noi! Palacio, purtroppo, nelle condizioni attuali non serve. Io venderei Icardi, anche a 30milioni, cercando altre soluzioni. Ma, in ultimo, se non arrivasse Destro o qualche altro,non sarebbe da escludere un certo Pazzini: benchè statico anche lui, è più partecipativo alla manovra nonchè un killer sotto porta. Con Kovacic, Shaquiri e Podolski, secondo me, farebbe tanti goal. Il Milan non ha questi calciatori. Con i soldi in più ricavati da Icardi, potremmo prendere un centrocampista di valore che vuole Mancini.

    1. Non potrei essere più d’accordo sul parallelo tra Vieri e Icardi. Ne condivido anche la conclusione: si segna ma non si vince nulla (anche se all’epoca c’era tanta differenza che almeno le singole partite le portavamo a casa).

      1. Non sono d’accordo, Vieri al top valeva 5 volte Icardi! Faceva reparto da solo. Icardi, se non gli arrivano dei palloni, è un gatto di marmo in area di rigore che sei costretto a levarlo dalla disperazione (vedi Empoli) perchè non tocca palla.

    1. In questo tipo di partite bisogna giocare molto sugli esterni per allargare la difesa avversaria. Kovacic non riusciva a trovare la posizione perchè centralmente c’era troppa densità. Bastava levare Kuzmanovic e arretrarlo sulla linea dei centrocampisti.

  3. Shaqiri mi ha ricordato l’esordio di Wes nel derby d’agosto contro il Milan vinto 4 a 0 con solo un paio di allenamenti nelle gambe. Ma forse sono anch’io alla disperata e nostalgica ricerca del campione e mi faccio trascinare (più o meno come tutti gli altri con Kovacic).

  4. Siamo tutti alla ricerca nel nostro messi(a). Shaqiri ha impressionato perchè si è mosso con intelligenza: movimenti rapidi, intelligenza, dribbling, passaggi, combattività..e poi, ciliegina sulla torta: il goal! Quando si è accolti alla grande dalla tifoseria e si hanno grandi qualità, ci sono tutti gli elementi per esplodere, e fare ancor di più di quello di cui si è capaci. Accolto benissimo anche Podolski, anche se la sua partita, ad analisi fredda, è paragonabile alle tante di Guarin: tiri e passaggi sbagliati e poi magari il passaggio goal. Da questo si evince quanto sia importante il sostegno dei sostenitori.

    Francesco, Kovacic era molto pressato. E poi con Podolski e Shaqiri, si ampliano i punti di riferimento. Almeno questa la mia considerazione.

    Concludo con un un aspicio: speriamo di non mandare Osvaldo al Milan… sarebbe un grande errore!

Lascia un commento