Le pagelle di Inter-Roma 2-1

hernane scapriola roma 2Handanovic 5,5 Non rischia quasi mai la presa, salvato dal palo, trafitto dal tiro di Naingollan, ma la palla passa in mezzo alle gambe di Jesus.

D’Ambrosio 5,5 Bello il duello fisico con Ibarbo, tiene bene in difesa, ma si vede poco in avanti. Dopo aver sbagliato un passaggio in apertura rimane a lungo sulle sue, poi prova a rifarsi vedere nel secondo tempo, ma ancora tanti errori nei passaggi.

Ranocchia 5,5 Per un’ora fila tutto liscio, anche se è meno sicuro di Vidic. Poi sbaglia il passaggio e regala palla alla Roma, che segna. Un intervento completamente fuori tempo gli costa il giallo.

Vidic 7,5 Perentorio, imponente, tappa tutti i buchi, mai falloso, il miglior Vidic. Nitido.

hernanes gol alla romaJesus 6 Tiene bene Ibarbo, poi quando Gervinho passa sulla sua fascia si fa infilare un paio di volte, ma nella ripresa regge bene. Non spinge mai, ma si sapeva, d’altronde se Mancini mette un centrale come lui in fascia è per mantenere gli equilibri.

Brozovic 6 Inizio fantasmico come nelle precedenti partite, poi cresce, ma ci si apetterebbe qualcosa in più. Diligente comunque.

Gnoukouri 7 Gioca una partita mentalmente attrezzata, non sbaglia nulla, fa le cose semplici, ma non semplicissime. Come nel derby nel secondo tempo prevedibilmente si vede meno.

Guarin 6,5 Anche lui diligente come i colleghi di reparto, è la partita dei diligenti, ma innesca anche più volte i compagni quando si aprono gli spazi.

Hernanes 6,5 Un gran gol, poi non è devastante, ma conferma il buon momento.

icardi inter-romaPalacio 6 Nel primo tempo spizza bene e si defila sulla sinistra puntando Florenzi all’uno contro uno approfittando del fatto che Gervinho non rientra, ma senza grandi frutti. Nella ripresa commette alcuni errori, anche per la stanchezza.

Icardi 6 Serataccia per 87 minuti, pecca di egoismo e precisione, poi decide la serata. C’è comunque.

Kovacic 6,5 Non era mai successo che riuscisse ad incidere entrando a partita in corso, è successo stasera con due tackle da leone e due passaggi chiave.

Shaqiri 6 Partecipa all’assalto finale.

Podolski 6 Serve l’assist per Icardi, ma si addormenta davanti al portiere.

3 thoughts on “Le pagelle di Inter-Roma 2-1

  1. Ottima prova dell’inter per mentalità e intensità di gioco. Questa è l’inter che vorremmo sempre vedere e che non si è mai vista col precedente allenatore. un plauso anche a Mancini per il coraggio dimostrato con i cambi alla fine, rimarcando la differenza fra un allenatore che ha paura di perdere (purtroppo ce l’abbiamo avuto un anno e mezzo) e invece uno che rischia ma punta sempre alla vittoria.
    Mancini ha fatto molti errori ma questa sera ha dimostrato di avere la mentalità che serve ad una grande squadra. Ci sono segnali molto positivi per la prossima stagione a cominciare proprio dal mio pupillo Kovacic che è entrato benissimo in partita ed è stato decisivo con un recupero eccezionale su Iturbe dimostrando che è un centrocampista e può fare sia la fase offensiva che quella difensiva.
    Ragionando un pò da provinciale (lo ammetto) mi chiedo se forse non convenga lasciar perdere il posto in Europa League e concentrarsi solo sul campionato la prossima stagione, come ha fatto la Lazio quest’anno, ma puntando decisi allo scudetto… d’altronde sognare non costa nulla!

  2. Finalmente la dea bendata. L’Inter è da tempo che gioca bene e crea tante occasioni. Ma un ringraziamento lo faccio più di tutti a Mancini per aver avuto il coraggio di lanciare un giovane come Gnoukouri a cui metto un bel 7. Signori, fra un paio d’anni avremo un vero top in un punto nevralgico del campo. Ha tecnica, visione di gioco, grande prestanza fisica, intelligenza…non fa mai nulla di sconsinderato, sempre attento e pronto alla giocata più funzionale…Inoltre dimostra una personalità forte (l’ho visto anche dare indicazioni ai compagni) e mai sopra le righe.
    Ieri, ascoltando una radio romana ho udito da parte di commentatori, che vediamo spesso in Rai o altre reti, nell’apprendere la conferma di Gnoukouri a centrocampo, commenti derisori pensando a come sarebbe stato stritolato in confronto ad un centrocampo con Totti, De Rossi, Nainggolan, Pjanic. Ebbene, abbiamo visto come il ragazzo si sia dimostrato all’altezza. Un vero talento. Come ho già avuto modo di dire in un commento dopo la partita con il Milan: io gli farei già un contratto di 10 anni. Se si dovesse concretizzare l’arrivo di Yaya Touré ed almeno un grande attaccante (lo so, mi sto ripetendo spesso), l’anno prossimo potremo lottare per i primi 3 posti. E se poi dovesse arrivare anche un grande difensore sinistro, potremo fare ancora di più. E come sempre: occhio al nostro vivaio. Poi, vedo che l’orgoglio di alcuni come Vidic sta prendendo la giusta strada: ha preso coscienza di cosa significhi giocare in Italia. E cosi spero per Shaqiri (comunque è giovane)…Podolski purtroppo ripartirà. Comunque, se tutti insieme avessero fatto preparazione precampionato forse oggi saremmo in un’altra posizione. E forse Thohir, si va mordendo le mani per non aver avuto il coraggio di licenziare Mazzarri tempo fa invece di rinnovargli il contratto. Con Mazzarri non avremmo mai visto 6 attaccanti per vincere la partita, ma ben più difensori a difendere il pareggio. Con la solita paura e con lo spirito dei provinciali. Abbiamo battuto una Roma che si è presentata con tutti i titolari dopo una settimana di ritiro. E questo ci fa capire l’importanza della nostra vittoria. Per concludere, debbo dire che faccio molta fatica a dimenticare i 2 punti che Banti ci ha tolto contro il Milan.

  3. Finalmente la dea bendata. L’Inter è da tempo che gioca bene e crea tante occasioni. Ma un ringraziamento lo faccio più di tutti a Mancini per aver avuto il coraggio di lanciare un giovane come Gnoukouri a cui metto un bel 7. Signori, fra un paio d’anni avremo un vero top in un punto nevralgico del campo. Ha tecnica, visione di gioco, grande prestanza fisica, intelligenza…non fa mai nulla di sconsinderato, sempre attento e pronto alla giocata più funzionale…Inoltre dimostra una personalità forte (l’ho visto anche dare indicazioni ai compagni) e mai sopra le righe.
    Ieri, ascoltando una radio romana ho udito da parte di commentatori, che vediamo spesso in Rai o altre reti, nell’apprendere la conferma di Gnoukouri a centrocampo, espressioni derisorie pensando a come sarebbe stato stritolato in confronto ad un centrocampo con Totti, De Rossi, Nainggolan, Pjanic. Ebbene, abbiamo visto come il ragazzo si sia dimostrato all’altezza. Un vero talento. Come ho già avuto modo di dire in un commento dopo la partita con il Milan: io gli farei subito un contratto di 10 anni. E’ portato all’essenziale senza mai cercare di strafare, nonostante fosse capace di fare il sombrero o la ciambella all’avversario come ha dimostrato contro giocatori di fama come quelli della Roma. Detto questo, per il futuro, se si dovesse concretizzare l’arrivo di Yaya Touré ed almeno un grande attaccante (lo so, mi sto ripetendo spesso), l’anno prossimo potremo lottare per i primi 3 posti. E se poi arrivasse anche un grande esterno sinistro o destro, potremmo fare ancora di più. E come sempre: occhio al nostro vivaio. Poi, vedo che l’orgoglio di alcuni come Vidic sta prendendo la giusta strada: ha preso coscienza di cosa significhi giocare in Italia. Ieri sera è stato gigantesco. E cosi spero per Shaqiri (comunque è giovane)…Podolski purtroppo ripartirà. Comunque, se tutti insieme avessero fatto preparazione precampionato forse oggi saremmo in un’altra posizione. E forse Thohir, si va mordendo le mani per non aver avuto il coraggio di licenziare Mazzarri tempo fa invece di rinnovargli il contratto. Con Mazzarri non avremmo mai visto 6 attaccanti per vincere la partita, ma ben più difensori a difendere il pareggio. Con la solita paura e con lo spirito dei provinciali. Abbiamo battuto una Roma che si è presentata con tutti i titolari dopo una settimana di ritiro. E questo ci fa capire l’importanza della nostra vittoria. Per concludere, debbo dire che faccio molta fatica a dimenticare i 2 punti che Banti ci ha tolto contro il Milan.

Lascia un commento